Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Possibile nuovo guasto al nord tra il 20 ed il 22 luglio?

L'atmosfera non si darà pace neanche volgendo lo sguardo verso la terza decade di luglio. Altre importanti saccature potrebbero affacciarsi per le regioni settentrionali tra il 20 ed il 22 luglio.

In primo piano - 12 Luglio 2012, ore 11.00

Dopo il guasto del tempo che avverrà al settentrione questo fine settimana, pare che l'atmosfera voglia concedersi solo pochi giorni di tregua. Il passaggio frontale del week end sancirà il tramonto della lunga fase anticiclonica africana, introducendo l'anticiclone delle Azzorre sul Mediterraneo.

Dalle ultime uscite modellistiche pare tuttavia che nemmeno questa volta l'atmosfera, almeno al nord, riuscirà a trovare un assetto definitivo garantendo delle fasi di stabilità più duratura che non si limitino ad una manciata di giorni. La presenza di una vasta area di anomalia negativa delle temperature oceaniche superficiali, collocata davanti alle coste occidentali europee, favorisce il passaggio di una forte jet stream sin nel cuore dell'Europa.

Questa jet stream è un vero e proprio "fiume" di aria che scorre ad una altitudine paragonabile a quella in cui transitano gli degli aerei di linea. Essa è definibile come una "sentinella" che scorta le perturbazioni convogliandole in una zona piuttosto di un'altra.

Quest'anno a differenza dello scorso anno abbiamo una jet stream ben presente e rappresentata alle quote superiori, con la prospettiva che questo stato di cose possa continuare ancora per diverse settimane.

Cosa significa tutto questo sull'andamento del tempo in Italia?

Essenzialmente significa che ci sono i presupposti perche l'estate continui a vacillare al nord, proponendo brevi fasi interlocutorie anticicloniche, a passaggi frontali che potrebbero divenire più incisivi mano a mano che la stagione avanza ed inesorabilmente ci avviciniamo all'autunno. 

Un secondo guasto atmosferico con il transito di una nuova ondulazione al nord potrebbe avvenire tra venerdì 20 luglio e domenica 22 luglio. Attualmente su queste date i modelli stanno individuando un nuovo veloce impulso perturbato avanzare di gran carriera dall'Europa occidentale sino alla penisola italiana.

Attualmente esistono discrepanze data la forte distanza temporale che ci separa dall'evento.

Il modello inglese ECMWF vede infatti un affondo molto più incisivo di una saccatura nel Mediterraneo. Vincesse l'ipotesi inglese l'estate al nord Italia potrebbe subire una vera e propria battuta d'arresto con un forte calo della temperatura e diversi fenomeni temporaleschi.








Il modello americano GFS propone sempre un affondo ciclonico per queste date ma lima di parecchio gli effetti di questo passaggio sul Paese. In questo frangente la saccatura con associato fronte freddo, transiterebbe al settentrione portando una nuova sventagliata di temporali che andrebbe a collocarsi su di un contesto di normale break estivo, senza eccessi.






Seguite gli aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum