Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Possibile neve lunedì 11 e martedì 12 al nord-ovest

Il modello inglese ECMWF continua a seguire imperterrito la sua strada proponendo una fantastica nevicata da addolcimento sul nord nelle giornate di lunedì 11 e martedì 12 febbraio. Il modello americano GFS tuttavia non è della stessa linea di pensiero.

In primo piano - 4 Febbraio 2013, ore 12.30

Contrariamente a quanto ci si potesse immaginare, la linea previsionale seguita dal modello inglese ECMWF resiste allo scorrere del tempo identificando sempre per le giornate di lunedì 11 e martedì 12 l'arrivo della grande neve da addolcimento sulle regioni settentrionali. L'arrivo della neve sarebbe provocata dall'innesto di una depressione nord-atlantica sin verso il Mediterraneo centro-occidentale.

L'anticiclone delle Azzorre verrebbe respinto sempre più ad ovest uscendo persino fuori di scena dal contesto atmosferico della penisola Iberica. Se una previsione di questo tipo dovesse risultare realistica, come anticipato nella giornata di ieri, l'arrivo dell'addolcimento termico sulle regioni settentrionali verrebbe "pagato" al caro prezzo di intense nevicate che non mancherebbero di interessare diversi settori pianeggianti del nord.

 

Per valutare la tenuta più o meno efficace del cuscino freddo sarà infine da monitorare l'effettivo ingresso dell'aria fredda sull'Italia i giorni precedenti l'arrivo della depressione. Dovrebbe tuttavia affluirne abbastanza da garantire la strutturazione di un buon cuscino.

Cosa ne pensa il modello americano GFS?

Il nodo da sciogliere è rappresentato proprio dalla previsione atmosferica per le giornate di lunedì 11 e martedì 12. Focalizzandoci nello specifico sul modello americano GFS, la previsione della neve sulle regioni del nord rimane ancora piuttosto incerta. La vistosa ondulazione del getto tra Regno Unito e Francia che il modello inglese mette in evidenza già domenica 10, viene solo appena abbozzato dal modello americano.

Il risultato finale sarebbe un affondo sempre con target nelle giornate dell'11 e del 12 febbraio ma con modalità diverse rispetto a quanto previsto dagli inglesi. L'ondulazione non sarebbe sufficientemente pronunciata da permettere lo scavarsi di un'adeguata depressione sul Mediterraneo centro-occidentale.

L'anticiclone delle Azzorre dal canto suo, invece di ritirarsi completamente verso ovest abbandonando la penisola Iberica, resterebbe parzialmente disteso all'estrema Europa occidentale impedendo un'adeguata complicazione ciclonica ad ovest della penisola italiana, elemento indispensabile per l'arrivo della grande neve sul nord.

Alla luce di questa situazione la probabilità di vedere neve al settentrione entro l'inizio della prossima settimana resta un'eventualità ancora poco probabile ma non impossibile.

Le quotazioni per la buona riuscita del progetto si attestano attorno al 35% in attesa di valutare quale dei due modelli avrà visto più lungo.

Dove farà più freddo i prossimi giorni? http://meteolive.leonardo.it/news/Temperature/31/Dove-fara-piu-freddo-nei-prossimi-giorni-/40346/ di Paolo Bonino


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum