Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Possibile guasto al nord a metà della prossima settimana?

Il lobo atlantico del vortice polare potrebbe allungare un tentacolo in direzione della Francia a metà della prossima settimana disponendo correnti favorevoli all'arrivo di alcune precipitazioni al nord

In primo piano - 28 Dicembre 2007, ore 12.30

Tira molla, sinistra destra, alla fine il grande nord si è accorto di aver mancato finora il settentrione Italia. La Natura, accortasi della lacuna non proprio di poco conto, tenterà con l'inizio dell'anno nuovo di porvi tempestivo rimedio ma le conseguenze sono ancora tutte da valutare. Le carte attualmente in nostro possesso infatti mostrano il progetto in atto, con una saccatura nord atlantica che si avvicinerà all'Europa occidentale immediatamente dopo lo stappo delle bottiglie in onore al nuovo anno. La manovra potrebbe portare alla formazione di un vero e proprio vortice che intorno alla metà della prossima settimana centrerà i suoi minimi sulla Francia centrale. Le strette spire della depressione cattureranno le masse d'aria adiacenti portando in contatto le fredde correnti nord atlantiche con quelle più miti mediterranee, ricevendo apporti anche dalle gelide pianure dell'est-europeo. Il core della struttura vorticosa inoltre sarà colmo di aria molto fredda, con temperature fino a -35° alla quota di 5200m. Le condizioni appaiono quindi propense alla costruzione di sistemi nuvolosi anche abbastanza articolati che viaggerebbero in seno alla corrente a getto verso il settentrione d'Italia dove, tra l'altro, potrebbe aggiungersi l'azione di sbarramento indotta dalle Alpi e dall'Appennino Ligure. Il clou del maltempo potrebbe accentrarsi dunque proprio sul nord e sul medio-alto versante tirrenico nella giornata di giovedi 3 gennaio con piogge probabilmente anche diffuse e forse di un certo rilievo sulla Liguria. La neve in questo frangente ammanterebbe i rilievi con qualche spruzzata possibile con il passare delle ore anche sulle pianure di Piemonte e Lombardia, mentre sulle rimanenti zone il manto bianco si potrebbe fermare intorno ai 400-500m. La distanza temporale dall'evento, considerato anche l'attuale instabilità degli strati superiori dell'atmosfera, ci obbliga comunque ad usare il "condizionale", inducendoci pertanto ad una dovuta prudenza. Di conseguenza vi giriamo il suggerimento di seguire sempre assiduamente i nostri tempestivi aggiornamenti.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.53: A56 Tangenziale Di Napoli

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Barriera Napoli Est (Km. 19,6) e..…

h 19.52: A14 Bologna-Ancona

coda incidente

Code per 1 km causa incidente nel tratto compreso tra Faenza (Km. 64,5) e Forli' (Km. 81,6) in d..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum