Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Porta spalancata a nuove perturbazioni; quali saranno le regioni più colpite?

Una circolazione di venti nord-occidentali oceanici, garantirà ancora condizioni atmosferiche di spiccata variabilità almeno sino al termine della prima metà di ottobre. Vediamo quali saranno le conseguenze per il nostro Paese.

In primo piano - 3 Ottobre 2019, ore 21.45

Il nuovo aggiornamento serale del modello europeo, conferma nei prossimi giorni un tempo vivace per i paesi affacciati al bacino centrale del Mediterraneo. Nuove perturbazioni faranno presto capolino sul nostro territorio nazionale, e saranno accompagnate da un ulteriore ritocco verso il basso delle temperature. Nel breve periodo, la perturbazione più importante è senza dubbio quella prevista tra lunedì e martedì, interessare soprattutto le regioni del centro e del sud con nuove precipitazioni e temporali che potrebbero risultare anche intensi. Risulterà marginale il coinvolgimento delle regioni settentrionali, su questo settore, la provenienza della nuova perturbazione darà luogo ad una ventilazione tesa di venti nord-orientali associati ad una riduzione delle temperature ma senza grossi apporti di pioggia. Esiste invece un rischio di elevate precipitazioni soprattutto nel pomeriggio di lunedì lungo i versanti del medio e basso Adriatico, dove il maltempo potrebbe colpire duro. Ecco le precipitazioni previste dal modello americano per il pomeriggio di lunedì 7:

Uno sguardo al tempo previsto nel periodo successivo, la circolazione atmosferica prevista sul Mediterraneo continuerà ad essere influenzata da venti di provenienza nord-occidentale. Alle latitudini settentrionali, i vortici di bassa pressione tenderanno ad approfondirsi sempre di più, testimoniando un graduale raffreddamento del Vortice Polare. Questa situazione potrebbe portare allo sviluppo di nuove perturbazioni in marcia verso il nostro Paese soprattutto nella seconda decade di ottobre. L'arrivo di queste nuove perturbazioni ancora dal comportamento incerto, sarebbe possibile grazie ad un ribasso del fronte polare a sfiorare il Mediterraneo. Ecco la previsione del modello europeo riferita a domenica 13 ottobre:


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum