Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Pioggia o Neve, Scirocco o Tramontana: ecco tutti i possibili scenari dell'ultimo weekend di marzo (prima parte)

Le strade che ci conducono alla fine del mese si diramano in tanti possibili varianti. Inquadriamo e analizziamo con un filo logico quali potranno effettivamente verificarsi.

In primo piano - 24 Marzo 2009, ore 10.01

La rosa dei venti la conosciamo tutti. Eppure le combinazioni che si racchiudono in quello schema arcinoto sono innumerevoli e innumerevoli sono anche le possibilità affidate allo sviluppo di tali correnti. Ce ne stiamo accorgendo in questo periodo, quando gli attivi contrasti tra le medie e le alte latitudini corrono sul delicato filo delle correnti a getto e degli scambi meridiani, a volte difficili da inquadrare anche a poche ore di distanza. In questi casi, quando la matematica ci fornisce risultati contrastanti, ognuno tira fuori il meteorologo che ha in sè e la logica fisica diventa elemento essenziale per mettere in ordine una analisi che a prima vista sembrerebbe inestricabile. Nei nostri precedenti interventi abbiamo introdotto la possibilità che per la fine del mese una saccatura si porti ad ovest del Continente attivando sull'Italia correnti miti e umide sciroccali. D'altro canto però si faceva altresì concreta l'ipotesi di un affondo più centrale, capace di coinvolgere con le sue spire perturbate l'Italia intera e causare una nuova ricaduta delle temperature dovuta a venti di Tramontana. Ora, dopo 24 ore di analisi, siamo arrivati a stringere il cerchio e a focalizzare l'attenzione sui due scenari più probabili. Primo scenario: possibilità di realizzazione 40-45% in calo. L'alta pressione atlantica, protagonista sulla sua fetta di oceano, si libra verso le alte latitudini con asse meridiano andando a sfiorare tra sabato 28 e domenica 29 l'Islanda. La sua ulteriore risalita sarà però stroncata sul nascere dall'avvento di un pesante nucleo depressionario appartenente al lobo canadese del vortice polare, pronto ad insediarsi tra Islanda e Groenlandia entro lunedì 30. L'impennata però sarà gia stata sufficiente a provocare la controdiscesa di una saccatura dalla Scandinavia verso la penisola Iberica, stimolata dalla presenza di un piccolo vortice vagante in sede portoghese. L'aggancio potrebbe avvenire intorno a venerdì 27 e favorirebbe il transito del ramo ascendente del getto, carico di nuclei vorticosi forieri di maltempo, proprio sull'Italia, in particolare sulle regioni settentrionali e su quelle centrali tirreniche nonchè sulla Sardegna. Il tutto potrebbe anche complicarsi con l'approfondimento di minimi secondari come quello sul golfo Ligure. Il resto d'Italia finirebbe invece sotto uno Scirocco molto mite ma con scarsità di precipitazioni.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum