Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Piogge alluvionali su centro-est Europa e inferno russo, quali collegamenti?

Le piogge torrenziali dell'Europa centro-orientale e il caldo che opprime la Russia sono le due facce della stessa medaglia, quella relativa alla circolazione generale sull'Europa da alcune settimane. E l'Italia? Potremmo essere interessati anche noi, sebbene in modo più marginale.

In primo piano - 9 Agosto 2010, ore 09.25

Ecco la situazione attuale sull'Europa: le correnti fresche e umide dell'Atlantico costrette ad invorticarsi sulla Mittleuropa (il cerchio blu indica le aree caratterizzate da abbondanti precipitazioni); intensa risalita d'aria calda e secca dal Medio Oriente, come risposta dinamica. Pensate se ci fossimo stati noi a nord della Turchia!

Alluvioni e straripamenti di fiumi nell'Europa orientale, in particolare tra Polonia, Repubblica Ceca, ex Germania orientale e Lituania, stanno mettendo in ginocchio il sistema dei trasporti e delle vie di comunicazione (in buona parte basate su fiumi e canali), ma soprattutto stanno costringendo migliaia di persone ad abbandonare le loro case.

Qualche centinaio di chilometri più ad est, nel cuore della Russia europea e più giù, a sud, fino in Ucraina, altre migliaia di persone stanno abbandonando le loro abitazioni, il loro lavoro e le loro risorse, a causa di problemi diametralmente opposti: siccità, caldo infernale e soprattutto incendi e aria irrespirabile.

Le due situazioni di emergenza, che ormai durano da settimane, sono l'effetto di una situazione meteorologica di stallo, o blocco, come si suol dire: un'alta pressione di origine dinamica campeggia sul comparto russo, con valori non molto elevati, ma piuttosto costanti; un flusso perturbato atlantico che si invortica a livello dell'Europa centro-occidentale e rallenta fino a fermarsi in loco. 

Il muro invalicabile dell'alta pressione, metafora di una precedente cortina di origina umana, non permette all'occidente fresco e umido, di penetrare in territorio russo. 

Il caldo si accumula così nei bassi strati, per via dell'intenso riscaldamento estivo, ed alimenta dal basso la struttura alto-pressoria. Questa a sua volta trae nutrimento proprio nella spinta dinamica meridionale, originata dal flusso perturbato atlantico, costretto com'è a rallentare ed impantanarsi sull'Europa centrale.

In realtà tale situazione di emergenza, almeno per quanto concerne la componente alluvionale, affonda le sue radici in una primavera notevolmente piovosa nella Mittleuropa. In molte zone di Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia e Polonia, è stato registrato un quantitativo di precipitazioni quasi doppio rispetto alla norma, nel periodo 1 marzo - 31 maggio.

Tale situazione va ad aggravare pesantemente il bilancio idrologico di queste aree, la cui stagione piovosa è proprio la tarda primavera - estate.

Per il prossimo futuro purtroppo, almeno fino al Ferragosto, la situazione sembra non mutare di molto, e dopo un temporaneo miglioramento a metà settimana, nuovi pesanti apporti precipitativi interesseranno le medesime aree. Sulla Russia, per contro, seguiterà a fare molto caldo e a piovere quasi niente, se non in modo occasionale e localizzato.

E in Italia? C'è da dire che il prossimo affondo perturbato sull'Europa centro-orientale, finirà per coinvolgere anche ilnostro paese, in particolare il nord e parte del centro. Avremo quindi anche noi la nostra dose di temporali e di frescura, proprio a ridosso del week-end di Ferragosto. Poco male, se pensiamo che la Russia riarsa com'è dal caldo e dagli incendi, ne avrebbe davvero bisogno. 

Un'ultima considerazione riguarda proprio queste fasi di blocco circolatorio nei periodi estivi. Sembra che si ripetino con una frequenza maggiore rispetto al passato, basti ricordare il 2003. Quest'anno è toccato alla Russia.


Autore : Giuseppe Tito

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum