Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Pillole dall'Italia e dal mondo

Cosa succede in Italia e nel mondo? Ecco un piccolo resoconto.

In primo piano - 2 Luglio 2013, ore 10.40

Partenza d'obbligo per la grande ondata di caldo che da giorni sta interessando gli Stati Uniti occidentali. In alcune zone sono caduti diversi record termici. Nella Death Valley si sono toccati i 53.9°. Nella giornata di sabato una persona è morta per il caldo a Las Vegas nella propria abitazione priva di aria condizionata. Nell'aeroporto internazionale sono state registrate temperature prossime ai 47°C! La situazione non è prevista migliorare almeno fino al fine settimana prossimo.

Dall'altro capo del mondo, la Cina è alle prese con la tempesta tropicale denominata Rumbia. Piogge torrenziali e venti ad oltre 100km/h hanno interessato in modo particolare la provincia di Guangdong. Le autorità locali si adoperano ad adottare tutte le misure di sicurezza per far fronte alle inondazioni che possono essere causate dalla forte pioggia.

Sempre in Cina, un forte episodio di maltempo, con pioggia e grandine come uova ha determinato la morte di 8 persone presso la città di Ordos, Regione autonoma della Cina del nord, nella Mongolia Interna. Alcune abitazioni sono state inondate e il traffico stradale è stato gravemente colpito.
 

In Romania, si fa la conta dei danni dell'ondata di maltempo che ha colpito il Paese lo scorso fine settimana. Interessata soprattutto la città di Bucarest, dove la pioggia ha determinato grossi allagamenti. Molti gli interventi delle squadre dei vigili del fuoco anche a Vidra, Rasu, Pantelimon e Calarasi, ove le forti precipitazioni hanno allagato moltissime strade e alcune abitazioni.

E' avvenuta sabato scorso una fortissima nevicata che ha imbiancato l'altopiano dell'Hardangervidda, in Norvegia. L'ultima nevicata di questa portata sulla zona risale alla fine di giugno del 1971. Si tratta di zone poste tra i 600 e gli 800 metri di quota, di conseguenza (pur essendo in Norvegia) la neve a fine giugno qui è davvero rara.

Concludiamo con il violento temporale che ha paralizzato la città di Mosca nel pomeriggio-sera di domenica scorsa. Purtroppo si conta anche una vittima. La zona era stata colpita da un'intensa ondata di caldo nei giorni precedenti, quando si sono sfiorati anche i 40°. L'irruzione di una massa d'aria fredda da nord-ovest ha determinato un contrasto termico massivo e la costruzione di intense strutture temporalesche, molte delle quali a supercella. Molte strade della città sono state allagate.


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum