Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Petrolio agli sgoccioli

Giacimenti petroliferi ridotti a al "fondo". Speculazioni finanziarie e drammatiche crisi economiche; sarebbe ora di correre ai ripari!

In primo piano - 11 Ottobre 2006, ore 10.40

Il prezzo del petrolio è ormai alle stelle e le ragioni sono note: la crescita è dovuta in parte alla speculazione internazionale, ma anche al semplice esaurirsi delle risorse, con in aggiunta la sempre maggior richiesta di petrolio da parte delle economie emergenti, principalmente Cina ed India. Il problema è reso ancor più complicato dalla natura delle riserve stimate, nelle quali viene conteggiato tutto il petrolio che sappiamo ancora esistere nelle viscere della terra, senza considerare però la qualità del greggio. Il petrolio non è tutto uguale, così come il vino o l'olio: la qualità del greggio, parametro mai preso in considerazione dai media, diventerà nei prossimi anni uno dei principali fattori d'instabilità del mercato. Un giacimento petrolifero non è molto diverso da una damigiana di vino che, come tutti sanno, nell'invecchiamento produce il cosiddetto "fondo", ossia un deposito solido che è naturalmente prodotto durante l'invecchiamento. Il petrolio è un materiale dalle origini molto antiche, prodotto materia organica rimasta sepolta, che si scompone in un materiale ceroso noto come pirobitume o cherogene, che sotto l'influenza di elevato calore e pressione si trasforma in idrocarburi. Le reazioni biochimiche, nello scorrere di milioni d'anni, non hanno cessato di modificare l'enorme massa di depositi organici. In sostanza, il fondo di un giacimento petrolifero giunge quasi alla metà del giacimento stesso, e la parte più bassa è ovviamente quella di minor valore: più si va in profondità e più crescono le spese di trivellazione e d'estrazione e, per giunta, si ricava un prodotto di minor valore. Nel secolo appena trascorso, il secolo dell'oro nero per eccellenza, abbiamo estratto soltanto le sezioni superiori dei giacimenti, ovvero la parte più facile da estrarre e di maggior valore economico. Ora, ci rimane il "fondo". Per estrarre tali profonde sezioni sono necessari enormi investimenti poiché il fluido è più denso, con una completa ristrutturazione dell'industria petrolifera che potrebbe costare quasi una volta e mezzo il PIL USA! Questa è una delle principali ragioni dell'attuale crisi: l'estrazione è ai massimi storici e per aumentarla sarebbero necessari gli investimenti sopraccitati. Un fatto assai curioso e sinistro è però che nelle stime sul petrolio che ancora rimane vengono incluse anche le sezioni più basse e risulta evidente che, se si conteggia anche ciò che non si sa se sarà possibile o conveniente estrarre, si prende in giro l'opinione pubblica. Non i mercati, però, che salutano ogni anno che passa con aumenti da capogiro: i mercati e gli investitori sanno che quel petrolio è puramente virtuale e basano i prezzi su ciò che realmente rimane, ossia molto di meno dei 40 anni previsti. Il giorno della resa dei conti petrolifera non è poi così lontano. C'è il concreto rischio che sia un giorno di violenza e miseria. Ma verrà il momento in cui l'umanità saprà prendere il destino nelle proprie mani e non dovrà più dipendere da dominatori tanto sciocchi quanto avidi, capaci solo di causare guerre e disastri ambientali?

Autore : Luca Savorani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.03: A9 Lainate-Chiasso

coda incidente

Code per 1 km causa incidente nel tratto compreso tra Chiasso-Dogana Di Brogeda (Km. 42,3) e Svinc..…

h 19.02: A56 Tangenziale Di Napoli

coda

Code causa viabilità esterna non riceve a Arenella in uscita in entrambe le direzioni dalle 18:5..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum