Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Perturbazioni in arrivo dall'Atlantico con possibile successivo colpo di coda invernale

Nelle prossime ore un sistema frontale di tipo caldo, abborderà le nostre regioni settentrionali, portandovi nevicate diffuse sino a quote pianeggianti. In seguito si apriranno le cateratte della pioggia ancora sulle regioni del nord e lungo i versanti tirrenici, in attesa di una possibile "sfreddata" sul finire della prima decade marzolina.

In primo piano - 28 Febbraio 2018, ore 17.00

Prevista con ampio anticipo, una attiva perturbazione coinvolgerà tra questa notte e la giornata di domani, giovedì primo marzo, le regioni dell'Italia centrale e settentrionale, portandovi precipitazioni diffuse. Queste ultime risulteranno inizialmente quasi ovunque nevose sino a quote pianeggianti, mentre lo sviluppo successivo sarà caratterizzato da un rapido aumento delle temperature pronto a manifestarsi sulle regioni centrali e meridionali, ove la neve verrà sostituita dalla pioggia sino ad alta quota in una manciata d'ore. Nell'ambito del nostro settentrione, l'aria più mite ed umida di derivazione sciroccale sarà costretta a sovrascorrere sopra l'abbondante strato d'aria gelida affluita nei giorni precedenti, dando luogo ad una dinamica di sovrascorrimento con l'arrivo della neve sino a quote pianeggianti. 

Questa perturbazione, oltre a portare la neve a carattere diffuso sulle regioni del nord, funzionerà anche da apripista per gli sviluppi successivi, inaugurando un nuovo tipo di circolazione con predominanza di venti occidentali apportatori di nubi ed instabilità ma questa volta inseriti in un contesto abbastanza temperato. In questo frangente, le maggiori cumulate di pioggia sarebbero concentrate sulle regioni settentrionali ed i versanti tirrenici; su questi settori la prima decade marzolina sarà spesso e volentieri scandita dalla PIOGGIA, mentre lungo i versanti adriatici il contesto risulterebbe più secco. Secondo le attuali proiezioni, questa nuova fase atmosferica dovrebbe traghettarci senza troppi problemi sino al termine della prima decade di marzo. 

In seguito che cosa potrebbe succedere?

Gli sviluppi successivi, almeno dando credito ad alcune soluzioni proposte dai principali centri di calcolo, potrebbero portare ad un colpo di coda dell'inverno nella seconda decade marzolina, attraverso una circolazione di venti freddi nord-orientali. Nei prossimi giorni valuteremo con maggiore dettaglio se vi saranno i presupposti affinchè ciò possa avvenire. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 10.16: A4 Venezia-Trieste

coda rallentamento

Code causa traffico rallentato nel tratto compreso tra Svincolo Palmanova (Km. 487,6) e Svincolo S...…

h 10.15: A57 Tangenziale di Mestre

rallentamento

Traffico rallentato nel tratto compreso tra Svincolo Terraglio e Allacciamento A27 Mestre-Belluno..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum