Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Persistente anticiclone sul centro Europa: quali conseguenze per l'Italia?

Gli ultimi aggiornamenti modellistici a nostra disposizione, mettono in evidenza l'importante ruolo che potrebbe svolgere sulle sorti del tempo europeo ed italiano, la formazione di un'area anticiclonica con perno sull'Europa centro-settentrionale. Ecco cosa potrebbe succedere.

In primo piano - 2 Ottobre 2013, ore 14.00

Coerentemente con quanto è successo nel corso dell'ultimo decennio, entrare di fatto nel cuore della stagione autunnale vera e propria, coincide sempre più spesso con la formazione di alcune importanti aree anticicloniche di matrice continentale. Queste aree anticicloniche sono soventemente accompagnate da alti valori di pressione al livello del suolo, in grado di arginare completamente (e per diverso tempo) l'ingerenza delle correnti instabili di natura atlantica che tanto hanno caratterizzato gli standard atmosferici degli anni 80', 90'. 

La linea previsionale sposata sia dal modello americano GFS che da quello inglese ECMWF, stringono ambodue l'occhiolino alla formazione di un'area anticiclonica di natura continentale, posizionata con i propri massimi al suolo, a nord dell'Italia, sull'Europa centro-settentrionale.

Quali conseguenze avrebbe sul tempo italiano ed europeo l'affermazione di questo pattern?  

L'interruzione pressochè totale dell'ingerenza umida ed instabile legata all'attività depressionaria di tipo atlantico, sarebbe senza dubbio la conseguenza più immediata. L'attività delle depressioni provenienti da ovest, andrebbe scemando abbastanza rapidamente, senza più influenzare in modo diretto il nostro continente. Dal canto suo, la circolazione di venti all'interno dell'anticiclone attiverebbe su una parte d'Europa e sull'Italia, una ventilazione più fresca di matrice continentale, che muoverebbe con moto retrogrado da est verso ovest, interessando per alcuni giorni la nostra penisola (domenica 6 - giovedì 10). 

Naturalmente il periodo stagionale risulta ancora decisamente prematuro per evidenziare chiare analogie con quello che sono stati i pattern atmosferici caratteristici degli ultimi inverni. Tuttavia la persistenza di questa circolazione, porterebbe sicuramente un raffreddamento delle temperature, seppure moderato ma diffuso a vaste zone continentali, Italia compresa. Si tratterebbe a tutti gli effetti di uno stratagemma alternativo escogitato dall'atmosfera per "portare autunno". 

Volgendo lo sguardo al lungo termine, quali potrebbero essere le conseguenze di questo comportamento atmosferico?

Concentrandosi sulla forma dell'anticiclone, in particolare ponendo l'attenzione a quanto prevede il modello inglese ECMWF, appaiono chiare le analogie con quelli che sono stati alcuni ricorrenti comportamenti delle alte pressioni durante gli inverni degli ultimi 10 anni anni. Ci riferiamo in modo particolare alla tendenza da parte delle stesse alte pressioni, di elevarsi verso nord, andando a costituire un blocking, favorendo così un anomalo sviluppo ed approfondimento delle depressioni di natura artica sul comparto scandinavo. 

Una rondine non fa primavera, tuttavia queste linee di tendenza (assai premature sul calendario) costituiscono a tutti gli effetti una possibile chiave di lettura per poter comprendere quelle che potrebbero essere le caratteristiche del tempo atmosferico dell'autunno avanzato e dell'inverno. Per sue caratteristiche intrinseche, l'atmosfera spesso tende a ripercorrere sentieri già tracciati.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum