Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Performance dei ghiacci antartici alle porte dell'inverno australe

Netta ripresa dell'estensione media della banchisa antartica, la quale ha migliorato ulteriormente il suo stato di salute già in piena forma. La potenza del vortice polare antartico la probabile causa determinante.

In primo piano - 28 Maggio 2010, ore 10.55

In realtà non ha mani dato preoccupazioni l'Antartico. A differenza dell'Artico, dove diversi fattori tra i quali la debolezza del vortice polare  e le frequenti intrusioni di acque più calde entro il pack glaciale, l'Antartico cavalca l'onda lunga del successo infischiandosene di global warming e trasformandolo anzi in un partial warming.

I dati che giungono dalle apparecchiature installate a bordo dei satelliti polari, tra i quali il MetOp vanto della tecnologia ingegneristica spaziale europea, rilevano un notevole balzo in avanti dell'estensione glaciale oceanica attorno al Continente di ghiaccio.

Se i normali crolli di ghiaccio che avvengono a intervalli più o meno regolari(dovuti principalmente al peso stesso dei seracchi) fanno solitamente una grande e inutile eco, specie nella primavera australe, l'altrettanto usuale e colpevole silenzio dei media per tutto il resto dell'anno tende a convincere l'opinione pubblica di una palesemente falsa situazione catastrofica.

I numeri parlano chiaro, anzi chiarissimo: 961 mila kmq al di sopra dell'estensione media riferita all'ultimo trentennio. Oltre 9400 kmq di estensione attuale, all'uscita dell'autunno australe, contro gli 8500 del medesimo periodo del 2009. Sono tutti dati che fanno dell'Antartide il fiore all'occhiello di un Pianeta dato per malato.

La causa di questo sprint dei ghiacci antartici? Tra le varie tarature teleconnettive che si sono intrecciate durante l'estate australe, è risultata comunque di vitale importanza la sorprendente potenza del vortice polare antartico, così come traspare dal profilo del rispettivo indice AAO.

In altre parole la compattezza sinottica del vortice polare antartico tende a mantenere concentrato entro il circolo polare tutto il grande freddo che si sta accumulando in virtù della lunga notte invernale ormai prossima. E' in situazioni come queste che l'Antartico ha offerto i suoi più celebri record del freddo, primo fra tutti l'insuperato minimo del Pianeta registrato alla base russa di Vostok che nel lontano 1983 portò la colonnina di mercurio a -89,2°C.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 23.09: A90-GRA Aurelia-Salaria

coda

Code causa mezzo pesante incidentato nel tratto compreso tra Area di servizio selva Candida (Km. 10..…

h 22.59: A14 Bologna-Ancona

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Bologna San Lazzaro (Km. 22,2) e Castel S.Pietro (Km. 38,2) in..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum