Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Perché sta nevicando in Toscana?

Tutto merito delle correnti aeree, che nella giornata odierna si muovono in maniera molto complessa in prossimità del Mar Ligure e sull’alto Tirreno.

In primo piano - 3 Febbraio 2003, ore 15.53

Se sull’Europa centrale ed occidentale le correnti perturbate possono fluire senza ostacoli come un gigantesco fiume, in prossimità delle nostre regioni le cose non stanno andando in questo modo. La colpa, come sempre, è dell’arco alpino: come una gigantesca “ diga” riesce a “stoppare” il flusso atlantico della media Europa, deformando i fronti nuvolosi e le masse d’aria. In questi casi, l’ammassamento di nubi in corrispondenza dei crinali di confine, determina un deciso aumento della pressione atmosferica a nord delle Alpi. Sul versante opposto, ovvero sul nord Italia, si crea invece una piccola bassa pressione a fare da controaltare all’aumento pressorio che si verifica oltralpe. Il minimo “orografico” si è generato in questo caso sul Golfo Ligure. In altre occasioni, quando le correnti non sono troppo intense, può generarsi anche sul Piemonte. Si tratta di un minimo al suolo, che arriva ad una quota di 1800-2000 metri al massimo. Al di sopra le correnti scorrono come sulla media Europa, ovvero da W-NW verso E-SE. Naturalmente tale figura di bassa pressione, seppure modesta, ha un’influenza determinante sul movimento dei venti a media e bassa quota su buona parte del nord Italia e sulla Toscana. In prossimità della Sardegna e sul sud della Corsica le correnti non risentono quasi affatto di questa depressione e si muovono con direttrice W-E verso le regioni centrali tirreniche. Ma perché la neve? Nel corso dell’ultima notte, le temperature sono scese di diversi gradi al di sotto dello zero nelle zone interne della Toscana e ciò ha consentito la creazione di uno strato di aria fredda in prossimità del suolo. La formazione del minimo pressorio sul Mar Ligure ha inoltre determinato l’insorgenza sulla Toscana di correnti ( al suolo) di matrice orientale, che non hanno consentito ai venti umidi di Libeccio di penetrare all’interno. Questi si sono limitati a scorrere in quota, mentre al suolo era presente la debole corrente orientale sopra descritta. Il risultato qual è stato? Un aumento delle temperature in altitudine, al di sopra dei 1000-1200 metri e il mantenimento di valori molto bassi in prossimità del suolo. L’aumento termico avvenuto in quota non è stato sufficiente per la trasformazione della neve in pioggia consentendole di scendere fino in pianura. Quando il sistema frontale sarà in azione sul nord Italia (molto probabilmente da questa sera) le correnti da W si faranno più intense e spazzeranno via il piccolo minimo sul Ligure, determinando l’insorgenza di venti di Libeccio ad iniziare dalla costa toscana. Questi tenderanno a propagarsi anche all’interno, scalzando lo strato di aria fredda presente ora. Quindi, è plausibile attendersi prima una trasformazione della neve in pioggia, anche se le temperature rimarranno costanti per un po’ a livello del suolo. In un secondo tempo interverrà l’aumento termico anche al suolo con l’instaurarsi del Libeccio.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.21: SS119 Di Gibellina

problema sdrucciolevole

Fondo stradale scivoloso a 3,114 km prima di Incrocio S.Ninfa A29 Palermo-Mazara Del Vallo (Km. 47,..…

h 22.15: SS119 Di Gibellina

problema sdrucciolevole

Fondo stradale scivoloso a 2,814 km prima di Incrocio S.Ninfa A29 Palermo-Mazara Del Vallo (Km. 47,..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum