Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Perchè il sud è rimasto e rischia ancora di rimanere fuori dall'inverno?

Solo una breve toccata e fuga quando l'Italia intera batteva i denti. Poi più nulla; al meridione l'inverno non è mai decollato e stenterà ancora a farlo anche con l'inizio del nuovo anno. Ci sono cause ben precise? Andiamo a scovarle.

In primo piano - 28 Dicembre 2009, ore 11.40

Neve, freddo, gelo. Niente di tutto questo finora al sud; le nostre regioni meridionali sembrano una cosa a parte rispetto al resto del Paese e addirittura del Continente, letteralmente tagliate fuori da questo inverno. Ci sarà un motivo? O si tratta solo di una semplice casualità? Dato che in meteorologia la casualità può essere ritenuta una argomentazione riduttiva, pur vera in virtù della teoria riguardante la componente caotica che condisce le leggi dei moti atmosferici, ne consegue che ci deve per forza essere un motivo. Se non altro perchè ci troviamo dinnanzi ad una inequivocabile anomalia. Allora: vortice polare ai minimi termini, anticiclone termico continentale sul comparto russo in discreta forma, configurazione dei vari indici favorevoli alle cosiddette "retrogressioni" ossia quei moti atmosferici che seguono un andamento orientale, inverso alla normale circolazione delle medie latitudini che vede le correnti sfilare da ovest verso est. Cos'è che non funziona quindi nell'inverno delle nostre regioni meridionali? L'inghippo è da ricercarsi nella circolazione generale a livello emisferico. Fondamentalmente sembrerebbe mancare quella spinta meridiana sufficiente a fare affondare nel punto giusto le masse d'aria scalzate da una invadente fascia anticiclonica che si è particolarmente affezionata quest'anno al nostro Polo Nord. Ebbene le sacche di aria gelida che fuoriescono con stillicidio regolare dal nostro serbatoio di freddo imboccano la loro traiettoria retrograda e invadono l'Europa settentrionale, centrale, a volte si spingono fin sulle nostre regioni settentrionali, sfiorano le centrali, poi si fermano, come se più a sud ci fosse un vero e proprio muro invisibile. Correnti troppo piegate da est e tutto finisce sull'Atlantico. Il sacco depressionario si appiattisce e le correnti gelide orientali ruotano in senso antiorario attorno a stretti assi di saccatura, ritornando poi indietro come sparati miti flussi occidentali pronti a investire il Mediterraneo e le nostre regioni meridionali. Ecco quindi che la natura bilancia il grande freddo da una parte con una anomala mitezza dall'altra. L'inverno non decolla, la neve rimane prerogativa di altri angoli di continente. Quella fetta di Italia si guadagna giorno dopo giorno la nomina di penisola felice protesa nel Mediterraneo, quasi fosse un fazzoletto di terra strappato ai tropici. Eppure una volta la neve si vedeva. Di sicuro la si vedrà ancora ma non ora. Il tempo dice "no" e noi non possiamo fare altro che accettare questa legge non uguale per tutti, la legge del caos, quella che sembra non avere un senso ma che porta avanti con grande maestrìa il nostro clima dall'inizio dei tempi.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum