Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Perchè il FREDDO ha così difficoltà a raggiungere il nostro Paese? (parte 2)

Analisi dettagliata sul comportamento della circolazione atmosferica in Europa e sulla sua trasformazione nei decenni del recente passato.

In primo piano - 31 Dicembre 2016, ore 17.10

Nell'approfondimento di ieri, venerdì 30 dicembre, abbiamo messo in evidenza come negli ultimi decenni la circolazione atmosferica europea abbia subito delle trasformazioni. Abbiamo infatti osservato una diminuzione nella frequenza e nell'incidenza delle famigerate "onde di rossby" invernali. Tale reiterata difficoltà potrebbe essere a tutti gli effetti conseguenza di un Global Warming tra i cui "sintomi" assistiamo ad un costante ritardo nei processi di ricompattamento del Vortice Polare invernale.

Ebbene un'onda di Rossby estesa, pronunciata ed insistente, poggia radici in un Vortice Polare certamente indebolito ma comunque presente la cui "tensione zonale" rappresenta quindi un elemento atto a fornire alla nostra onda anticiclonica un quantità di energia sufficiente a creare un'azione di disturbo decisa e vigorosa.

Potrebbe sembrare un concetto complicato ma in realtà è piutosto semplice; potremo descrivere questo processo letteralmente "come il cane che si morde la coda".

Per avere sul Mediterraneo una fase di freddo intensa e persistente occorrono quindi tre elementi fondamentali:

- una fase iniziale di ricompattamento e raffreddamento del Vortice Polare tra la seconda metà di ottobre e la prima metà di dicembre. Negli ultimi decenni questo processo avviene con molti giorni di ritardo.

- decentramento di un lobo del Vortice Polare verso l'Eurasia, la creazione di una figura anticiclonica cosiddetta "termica" (anticiclone russo-siberiano). In questi ultimi anni la formazione di questo anticiclone è divenuta una vera rarità, le stagioni autunnali sono spesso caratterizzate da intrusioni anomale di calore alle alte latitudini, la cui conseguenza più immediata porta ad un ritardo nel ricompattamento del Vortice Polare. (punto 1)

- creazione di un'onda anticiclonica persistente sull'oceano Atlantico (alta pressione di blocco). A fornire linfa vitale a questo processo i venti zonali (occidentali) portati generalmente da una depressione sul Canada. Questo disegno negli ultimi anni si è fatto decisamente raro, le onde anticicloniche non hanno mai abbastanza forza da penetrare con efficacia all'interno del tessuto del Vortice Polare che raggiunge quindi la massima intensità nel cuore dell'inverno e non più durante il tardo autunno come accadeva in passato.


In questi ultimi anni il ricompattamento del Vortice Polare avviene quindi con evidente ritardo rispetto ai decenni passati. Potrebbe essere questa la ragione di una scarsa dinamicità invernale?

La risposta già fornita nel punto 3, rappresenta una delle tante teorie che potrebbe spiegare perchè l'aria fredda in questi ultimi decenni mostri una difficoltà così grande a raggiungere i settori centrali ed occidentali d'Europa e quindi anche il relativo comparto del Mediterraneo.

Avere freddo intenso sui nostri settori implica la presenza di un'onda di Rossby estremamente attiva e pronunciata, in casi estremi l'epilogo di questa dinamica porta addirittura alla creazione di una dinamica antizonale, cioè con moto dei venti da est verso ovest che per le nostre terre di appartenenza rappresenta l'unico disegno realmente in grado di catapultarci nel grande gelo.

http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/perche-il-freddo-ha-cos-difficolt-a-raggiungere-il-nostro-paese-/57981/


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.39: A9 Lainate-Chiasso

coda

Code per 2 km causa operazioni doganali nel tratto compreso tra Svincolo Di Como Sud (Km. 33,8) e..…

h 04.55: A9 Lainate-Chiasso

coda

Code per 3 km causa operazioni doganali nel tratto compreso tra Svincolo Di Como Sud (Km. 33,8) e..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum