Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Parentesi di NEVE sull'estremo nord-ovest, poi largo spazio alle correnti perturbate atlantiche

Tra venerdì 27 e sabato 28 gennaio ecco farsi strada un cambiamento piuttosto importante delle condizioni atmosferiche espressamente indirizzato alle regioni del nord, laddove la NEVE raggiungerebbe quote pianeggianti soprattutto nell'angolo nord-occidentale. Un cambiamento importante delle condizioni atmosferiche si farebbe poi strada sull'Europa nel periodo immediatamente successivo, attraverso il ripristino di una circolazione instabile/perturbata di origine oceanica.

In primo piano - 25 Gennaio 2017, ore 21.00

Situazione attuale: residue manifestazioni di INSTABILITA' insistono sulle regioni meridionali, laddove abbiamo a che fare con rovesci di pioggia ed isolate manifestazioni temporalesche. Annuvolamenti anche sulla Sardegna e su parte delle regioni nord-occidentali ma senza conseguenze di rilievo. Valori termici che tendono ad un nuovo ribasso sulle regioni del nord, stazionarie altrove. Ventilazione moderata dai quadranti nord-orientali.

L'arrivo della NEVE al nord: DOVE, COME, QUANDO.

Entro le prossime 48 ore (giovedì 26 - venerdì 27), le regioni dell'Italia settentrionale sperimenteranno dapprima un ribasso della temperatura portato da una circolazione residua di venti orientali, poi l'intervento di un flusso d'aria umida di Scirocco, trascinerà con sè nuvolosità e precipitazioni che sull'angolo nord-occidentale potranno essere nevose sino al piano. Precipitazioni in arrivo anche sulla Sardegna e sulle regioni del centro Italia, la quota neve sarà qui attestata molto più in alto.

Uno sguardo al tempo previsto a cavallo tra il termine di gennaio e l'esordio di febbraio: ecco cosa dovremo aspettarci.

Una forte incertezza affliggerà la previsione relativa agli ultimissimi giorni di gennaio, dove possiamo pronosticare con ragionevole certezza, un addolcimento delle temperature che si farà sentire soprattutto sull'area mediterranea e sui settori centrali ed occidentali d'Europa.

Ancora difficile stabilire se tale rialzo della temperatura verrà o meno ad inserirsi in un contesto anticiclonico oppure depressionario. A tal proposito saranno fondamentali ulteriori verifiche nel corso dei prossimi aggiornamenti.

LUNGO TERMINE: l'Europa spazzata dai venti occidentali?

Volgendo lo sguardo alla prima decade di febbraio appare invece probabile un ribasso del Fronte Polare in corrispondenza dell'oceano Atlantico, laddove ritroveremo alcune importanti circolazioni depressionarie che trasporterebbero sull'Europa diverse perturbazioni.

In questo frangente le maggiori chances di pioggia potrebbero interessare le regioni dell'Italia settentrionale ed i versanti tirrenici (da confermare)

Seguite gli aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 10.32: Milano Via degli Etruschi

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente sulla Viale Molise…

h 10.32: A1 Roma-Napoli

incendio

Incendio a A. di servizio San Nicola (Km. 737,2) in direzione Napoli dalle 10:27 del 25 lug 2017..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum