Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Oceani bollenti? Non proprio...

La notizia bomba vorrebbe far credere che gli oceani hanno raggiunto a luglio la temperatura più elevata degli ultimi 120 anni. Da un accurato controllo abbiamo appurato tutti gli scheletri nell'armadio di questo scoop.

In primo piano - 24 Agosto 2009, ore 11.24

Oceani mai così bollenti da 120 anni. Sull'onda dell'afa di questi giorni, il notizione fa senz'altro presa e il periodo di rilassamento vacanziero non permette certo contraddittorio ma agevola ulteriorimente l'assimilazione della notizia. Fortunatamente però, c'è sempre qualcuno che veglia e controlla quanto viene propinato alla gente. Quel qualcuno siamo noi che, ben lucidi e a ferie già ben smaltite, siamo andati a controllare i dati direttamente alla NOAA, l'istituto che ha emesso i dati iniziali. Ebbene nasce subito un problema di fondo proprio all'interno della stessa NOAA: i metodi di misurazione e calcolo adoperati sono diversi, due in particolare: il primo modello, nato in origine per correggere alcuni rumori di fondo nell'assimilazione e nell'elaborazione dei dati che calcola le medie dal 1880, fornisce in effetti un record a scala mensile, ossia ci dice che luglio ha avuto una anomalia record delle temperature globali degli oceani. Analoga anomalia si era manifestata nel 1998, con picco del tutto simile e termicamente differente solo per circa 1 decimo di grado. Il secondo modello, adopera invece un database satellitare e metodi di calcolo ben più sofisticati, con un sistema di filtraggio e di interpolazione che rende lo strumento, tra l'altro di concezione più recente, ben più affidabile. Ebbene, dai risultati di questo strumento, l'Optimally Interpolated Sea Surface Temperature Data, tale anomalia, pur presente, appare ridimensionata in modo decisivo. I dati ci fanno sapere che a luglio la temperatura globale degli oceani, rispetto alla media che parte dal 1981, è scesa di 0,009°C rispetto a giugno ma non solo. L'anomalia registrata nel 1998 ammontava a +0,360°C, quella attuale a +0,285°C. Secondo questo metro di misura non ci troviamo pertanto di fronte al alcun record secolare. In ogni caso, il dato rivela un'impennata della temperatura superficiale degli oceani. Qualcuno addita il Nino come capro espiatorio; in realtà risulta ancora troppo debole affinchè possa influire così pesantemente. Una causa probabilmente più verosimile è quella che vedrebbe l'inserimento nei modelli della temperatura superficiale degli oceani misurata nei settori sub-artici, laddove a inizio secolo vi era maggior copertura glaciale e che ora, per ovvi motivi di disgelo, sono quelli che si stanno scaldando più velocemente.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum