Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Occhi puntati sul tempo dei prossimi 5-7 giorni, rischio forti piogge

Una configurazione atmosferica cosiddetta "di blocco", potrebbe venire a crearsi nel periodo compreso tra sabato e lunedì prossimo, con apice del maltempo nella festività domenicale. Vediamo QUALI potrebbero essere le regioni più colpite.

In primo piano - 16 Ottobre 2019, ore 19.20

Una nuova circolazione di bassa pressione è prevista a raggiungere il nostro Paese nel fine settimana. Non si tratta di una circolazione depressionaria qualunque ma di una situazione di vero e proprio blocco anticiclonico che potrebbe favorire l'arrivo di precipitazioni molto intense sulle regioni settentrionali. Nuove situazioni di stress idrogeologico potrebbero consumarsi tra il Piemonte, la Lombardia e la Liguria. Tra domenica e lunedì sembrano essere proprio queste tre regioni a rientrare ufficialmente in quella zona molto pericolosa, nella quale i flussi costanti di Scirocco, sono in grado di portare grosse quantità di pioggia nell'arco di poche ore.

In questa sede quindi, andrà monitorata con grande attenzione l'attività e gli spostamenti di questa circolazione depressionaria, piccole variazioni possono determinare cambiamenti anche importanti nell'impostazione sinottica su larga scala e quindi anche nel rischio di fenomeni di forte intensità. Ecco la previsione del modello americano riferita a domenica 20 ottobre, nella quale possiamo osservare lo sviluppo del blocco anticiclonico sui Balcani, con una pericolosa situazione di pioggia che potrebbe venire a crearsi proprio sulle regioni del nord. Nelle aree evidenziate in nero, i luoghi dove potrebbero verificarsi le piogge più intense:

Lo sviluppo degli eventi del periodo successivo, volgendo quindi lo sguardo a lunedì e martedì prossimo, gli apporti di aria fredda diretti all'ampia saccatura sull'Europa occidentale, sarebbero temporaneamente interrotti dal rinforzo effimero dell'alta pressione sull'oceano Atlantico. Com queste premesse si potrebbe sviluppare un "cut-off", cioè un minimo chiuso di bassa pressione molto probabilmente collocato in sede iberica. Nel pannello del modello europeo UKMO riferito alle ore 14 di martedì 22 ottobre, possiamo osservare lo sviluppo di questo cut-off in prossimità dell'Iberia ma anche quello che potrebbe essere lo sviluppo successivo degli eventi, qualora la depressione iberica dovesse venire agganciata dalla nuova depressione in discesa dal nord Atlantico. Ancora segnata in nero la zona che potrebbe rischiare le piogge più intense.

Almeno in questa fase, potremo aspettarci una tregua per le regioni del nord, tuttavia il flusso di aria molto calda richiamata dallo sprofondamento della depressione, nel corso della prossima settimana potrebbe costituire nuovo "carburante" ancora per intensi temporali sulle regioni italiane, da stabilire quando e dove:

Tirando le somme, si preannuncia un periodo di piogge molto abbondanti soprattutto per i versanti tirrenici e le regioni del nord; anche qualora questa depressione dovesse sprofondare sulla Penisola Iberica, restando parcheggiata lì per qualche giorno, la presenza di questa figura depressionaria in un punto così delicato e strategico, potrebbe costituire nuove occasioni di pioggia per il nostro Paese, soprattutto le regioni occidentali.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum