Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Nuovo passaggio perturbato tra lunedì primo e martedì 2 maggio, poi...

Nei prossimi giorni la primavera continuerà a mostrare il proprio lato più instabile ed irrequieto; vediamo nel dettaglio quali sono le ultime novità.

In primo piano - 26 Aprile 2017, ore 17.10

All'esordio di un periodo di tempo perturbato, capita spesso che le previsioni rivalutino all'ultimo quella che è l'effettiva penetrazione delle masse d'aria fredda sul Mediterraneo, operando così delle modifiche sostanziali alla previsione del tempo futura già volgendo lo sguardo al range del medio termine (4-7 giorni). Quest'oggi spunta dal cilindro una nuova circolazione depressionaria centrata col proprio perno sull'Europa centro-occidentale nei primissimi giorni di maggio. Tale circolazione depressionaria sarebbe in grado di trasportare sul nostro Paese una nuova perturbazione che andrebbe grossomodo a ricalcare il medesimo percorso intrapreso dal sistema nuvoloso che ci sta interessando attualmente.

Sarebbe quindi un impulso d'aria instabile ancora dalle origini nord-atlantiche, che sfruttando un percorso privilegiato già solcato dal passaggio della attuale depressione, avrebbe facile accesso al bacino centrale del Mediterraneo, portando con sè un nuovo cambiamento rivolto espressamente ai bacini settentrionali.

Nel complesso pare che la seconda metà della primavera 2017 possa trascorrere sotto condizioni di spiccata variabilità. Dopo le ouverture delle passate settimane, gli anticicloni sarebbero visitatori soltanto temporanei e, tra un impulso e l'altro di instabilità, potremo addirittura ambire ad un certo "appianamento" del deficit idrico che ancora affligge alcune delle nostre regioni.

Riguardo alla prima decade di maggio l'aspetto sicuramente più interessante sarebbe legato al distacco di una vera e propria "bolla" d'aria calda in corrispondenza dell'oceano Atlantico settentrionale, un evento che lascerebbe ampio spazio all'insediamento di nuove circolazioni depressionarie i cui effetti andrebbero a manifestarsi proprio nella fascia delle medie latitudini, dando luogo ad una fase prolungata di dinamicismo atmosferico anche per i paesi affacciati al Mediterraneo.

Seguite le prossime novità.  


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum