Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Nuove perturbazioni in arrivo sul nostro stivale

L'Europa pronta a subire le conseguenze portate da una circolazione di bassa pressione che nei prossimi giorni è prevista stabilire il proprio perno a cavallo tra il Regno Unito e la Penisola Scandinava. Ecco cosa potrebbe succedere.

In primo piano - 24 Settembre 2019, ore 17.30

Una circolazione di bassa pressione coinvolge il tempo dell'Europa, portando condizioni di instabilità accompagnate da nuvolosità e precipitazioni che si verificano in seno a sistemi frontali in rapida successione da ovest verso est. Una di queste perturbazioni ha raggiunto lo stivale italiano nella giornata di ieri, lunedì 23 settembre, un nuovo impulso perturbato è previsto anche per domani, mercoledì 25, con interessamento delle regioni centro-settentrionali. Questa circolazione di venti occidentali è prevista interessarci ancora per alcuni giorni, pur inserita in un contesto di maggiore stabilità soprattutto in occasione del fine settimana. Nella previsione del modello americano riferita a sabato prossimo, viene confermata questa linea di tendenza in cui troveremo un'ampia figura di bassa pressione interessare l'Europa centrale ed occidentale, mentre il nostro Paese si troverà nella zona di confine tra l'anticiclone e la depressione nord Europea, sperimentando nuvolosità di passaggio al nord, condizioni soleggiate al centro e al sud:

 

Con l'inizio della prossima settimana, è previsto un nuovo contrattacco di natura instabile, con lo sviluppo di una nuova saccatura alimentata da un vasto serbatoio d'aria fredda in arrivo dalla Penisola Scandinava. Questa circolazione di bassa pressione ancora dal comportamento e dall'evoluzione incerta, potrebbe essere l'origine di un passaggio di instabilità dalle caratteristiche più autunnali che potrebbe verificarsi proprio a cavallo tra il termine di settembre l'esordio di ottobre, il secondo mese della autunno meteorologico. Qualora l'affondo dovesse risultare di di tipo occidentale, i fenomeni più forti potrebbero riguardare i versanti tirrenici, mentre in caso di affondo orientale, l'instabilità potrebbe colpire più facilmente le regioni adriatiche. Nel frattempo, ecco la previsione del modello americano riferita a martedì primo ottobre:

 

Sul fronte delle temperature i valori resteranno ancora tendenzialmente superiori alle medie del periodo, con valori ancora piuttosto caldi sulle regioni del Mezzogiorno, le quali risentiranno facilmente delle risalite d'aria calda subtropicali in arrivo dal continente nordafricano. Al nord in linea generale i valori risultano più freschi, soprattutto nelle località interne.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum