Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Nuove occasioni di pioggia anche nel futuro: vediamo quando

Una nuova perturbazione è prossima ad interessare il bacino centrale del Mediterraneo a partire da questa domenica. Ecco come si comporterà nei confronti delle nostre regioni.

In primo piano - 29 Novembre 2019, ore 17.30

Una nuova perturbazione prossima ad interessare il nostro Paese, si tratta di una perturbazione agganciata alla grande colata di aria artica che attualmente sta scivolando lungo settori europei centrali ed orientali, dove si stanno verificando diminuzioni sensibili della temperatura. Questa perturbazione, nel suo avanzare verso il Mediterraneo, riceverà una alimentazione ulteriore di aria fredda offerta proprio dall'aria Artica che ne determinerà un approfondimento proprio sul bacino centrale del Mediterraneo. Ad esserne coinvolte già nella giornata di domenica, troveremo le regioni dell'Italia settentrionale, dove sono previste nuove precipitazioni con nevicate anche a bassa quota sulle Alpi occidentali sul basso Piemonte. Ecco la previsione del modello americano GFS riferita a domenica primo dicembre, nella quale possiamo osservare la presenza di una nuova saccatura sull'Europa occidentale, atta a coinvolgere anche il nostro Paese:

L'evoluzione del tempo relativa alla prossima settimana, porterà quasi sicuramente ad una intensificazione dei venti occidentali alle latitudini del nord Europa e del Nord Atlantico. Ne conseguirà fisiologicamente, un rinforzo dell'alta pressione che dall'oceano Atlantico si espanderà verso l'Europa centrale, coinvolgendo in prima linea paesi come la Francia, l'Inghilterra, i Paesi Bassi e la Germania. Sui nostro Paese invece, il tempo continuerà ad essere influenzato dalla circolazione di bassa pressione che nel frattempo avrà preso origine dalla perturbazione prevista proprio domenica iniziare ad occupare le regioni del nord, in seguito sarà destinata ad invorticarsi attorno ad un perno sul Mediterraneo centrale. Ecco la previsione del modello americano GFS riferita a mercoledì 4 dicembre, nella quale troviamo lo sviluppo di una ciclogenesi sul Mediterraneo, foriera di alcuni giorni di tempo instabile. La parte più forte dell'anticiclone sarebbe invece destinata all'Europa centrale:


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum