Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Nuova perturbazione in arrivo nel weekend, poi...

Diamo uno sguardo alle porzioni del tempo messa in luce dal modello europeo per la prima decade di dicembre, quali saranno i protagonisti in gioco del palcoscenico atmosferico europeo?

In primo piano - 27 Novembre 2019, ore 21.45

Lo sviluppo degli eventi relativo ai primi giorni di dicembre, sarà caratterizzato da un probabile rinforzo delle correnti occidentali alle alte latitudini, una sorta di corrente zonale "alta". A questo punto, la depressione Mediterranea non potrebbe più essere alimentata da nuovi apporti d'aria fredda, tenderebbe quindi a sprofondare verso sud. L'isolamento della circolazione di bassa pressione sui settori di basso Mediterraneo porterebbe un fisiologico miglioramento del tempo anche sul nostro Paese ad iniziare dalle regioni settentrionali, l'anticiclone sull'oceano Atlantico, tenterà di espandersi verso il nostro continente, portando come conseguenza, una fase di tempo stabile che potrebbe interessarci nella prima decade di dicembre. Nel frattempo ecco la previsione sulle temperature alla quota di circa 1500 metri ipotizzate dal modello europeo per lunedì due dicembre, nelle quali possiamo osservare il raffreddamento previsto sull'Europa nord orientale:

 

Si tratta di una situazione atmosferica che trova risposta in un ricompattamento del Vortice Polare che negli ultimi anni si è verificato molto spesso proprio nel mese di dicembre. La prima decade dicembrina, potrebbe trascorrere sotto l'influenza di una circolazione piuttosto veloce delle correnti occidentali, una scenario che potrebbe lasciare aperte sostanzialmente due possibilità:

- la prima di queste, più probabile, la distensione della spalla orientale dell'anticiclone delle Azzorre sull'Europa e sul nostro Paese, le correnti sarebbero tipo nord-occidentale, associate a condizioni tendenzialmente secche sulle regioni tirreniche e nord-occidentali, qualche precipitazione in più sulle regioni adriatiche e meridionali.

- la seconda ipotesi potrebbe essere quella di una ondulazione un po' più marcata della corrente a getto che potrebbe costruire una saccatura alimentata da aria fredda polare, con tempo instabile e moderatamente freddo sul centro e sull'est Europa. In questo caso, un coinvolgimento del nostro Paese sarebbe possibile ancora attraverso correnti nord-occidentali più fredde ed instabili rispetto a quelle paventate nel primo scenario.

Ecco la previsione del modello europeo riferita a giovedì 5 dicembre, nella quale possiamo osservare la distensione dell'alta pressione oceanica in direzione dell'Europa:


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum