Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

NUBIFRAGI al sud: tra sabato notte e domenica mattina il momento più critico

Golfo di Taranto, Calabria ionica e il sud della Puglia nel mirino di piogge intense e nubifragi!

In primo piano - 29 Novembre 2013, ore 10.18

La sperata attenuazione delle precipitazioni sui modelli purtroppo non c'è stata. Resta confermata una situazione di sostanziale CRITICITA' su alcune zone dell'Italia meridionale durante questo fine settimana.

La formazione di una profonda depressione tra la Sardegna e la Sicilia metterà Scirocco caldo-umido in direzione del Golfo di Taranto e i settori ionici. Saranno proprio queste le zone a dover sopportare un carico di pioggia davvero abbondante, che comincerà a cadere dal cielo nella seconda parte di sabato, per continuare almeno per tutta la mattinata domenicale.

Ribadiamo che in alcuni settori, le precipitazioni potrebbero superare abbondantemente i 100mm, con potenziali rischi idrogeologici. Le portate dei fiumi saranno messe a dura prova anche dallo stato del mare, poco intento a "ricevere" acqua dalle zone interne stante la sua collera operata dal forte vento di Scirocco.

Ecco il momento più critico per le regioni estreme meridionali. La cartina è incentrata per le prime ore della mattinata di domenica, ma già nella serata di sabato le piogge saranno intense su queste zone.

Ecco il pericoloso NOCCIOLO ROSSO, che tutte le elaborazioni sèguitano a collocare tra il Golfo di Taranto e il Crotonese. Interessata anche la Sicilia orientale e meridionale, meno invece le altre zone del sud.

In questo frangente le piogge e i temporali saranno molto intensi nelle zone esposte e potrebbero causare nubifragi o locali alluvioni lampo.

Come evolverà la situazione? Nel pomeriggio di domenica, le precipitazioni intense si sposteranno verso nord e verso ovest, mettendo sotto torchio il Molise, l'Abruzzo e purtroppo la Sardegna orientale. Si libererà in parte il settore ionico, anche se il tempo non migliorerà e non saranno scongiurate ulteriori piogge.

All'inizio della settimaa prossima, l'influenza di questo ciclone mediterraneo si estenderà in maniera più attenuata a gran parte d'Italia, lasciando scoperte solo le regioni più settentrionali.


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum