Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Nubi e precipitazioni protagoniste del tempo nazionale, poi il via ad una fase fredda artica

Si preannunciano giornate di tempo INSTABILE sul Mediterraneo; ecco cosa dovremo aspettarci nelle prossime ore e nei prossimi giorni, tra molti scenari di tempo instabile e pochi di anticiclone.

In primo piano - 6 Novembre 2017, ore 17.10

Una intensa circolazione depressionaria ulteriormente alimentata da nuovi apporti d'aria fredda polare-marittima, tiene sotto scacco il nostro Paese che sperimenta in questi giorni una lunga parentesi di tempo INSTABILE. Ad esserne interessate sono un po' tutte le nostre regioni, i temporali più violenti si concentrano in queste ore sul Mezzogiorno ma le precipitazioni con neve anche a bassa quota fanno capolino anche al nord, specie nell'angolo nord-occidentale.

La profonda differenza con gli standard atmosferici che avevamo le scorse settimane è quantomai evidente e da questa feroce controffensiva dell'autunno che già adesso stringe un occhiolino verso l'inverno, la circolazione atmosferica del prossimo futuro difficilmente si riprenderà.

Nei prossimi giorni ritroveremo il nostro anticiclone ormai confinato all'oceano Atlantico, laddove promette di stabilire la propria sede, avendo influenza marginale sul tempo previsto sull'Europa. Vi sarà poi una migrazione del fulcro dell'attività depressionaria dall'oceano Atlantico alla Penisola Scandinava, laddove ritroveremo un vortice alimentato dalle masse d'aria fredda di origine artica.

L'aria fredda sarebbe agevolata nella sua discesa verso l'Europa proprio grazie alla presenza dell'alta pressione sull'oceano. La circolazione atmosferica continuerebbe quindi a presentare modeste ondulazioni della Jet Stream con tempo più vivace e dinamico specie su settori centrali ed orientali europei, mentre l'influenza anticiclonica sarebbe più pressante su Penisola Iberica.

Lungo il lato discendente dell'ondulazione, verrebbe a ritrovarsi il bacino centrale del Mediterraneo con tempo secco e via via più freddo al nord, instabile e turbolento al centro e soprattutto al sud. (da confermare)

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum