Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Notte tra lunedì e martedì: focus NEVE su Triveneto, Emilia ed est Lombardia

Arriverà a tratti anche in pianura, in modo particolare sull'Emilia orientale, oltre a imbiancare i fondovalle sia alpini che appenninici. Il tutto sarà accompagnato da un rinforzo del vento di Bora e da un generale calo delle temperature.

In primo piano - 27 Gennaio 2014, ore 10.39

Un cielo che mano mano si riempirà di nuvole, poi ecco dal pomeriggio le prime precipitazioni in arrivo sulla Romagna. All'inizio sarà in prevalenza pioggia, mentre la prima neve si fermerà sull'Appennino Emiliano e Romagnolo fin verso i 500-600 metri. Rimanesse tutto così la neve di certo non riuscirebbe a raggiungere l'est della pianura Padana, se non che ecco approfondirsi un minimo di pressione tra la sera di lunedì e la notte di martedì sulle nostre regioni centrali.

Attorno al minimo andrà sviluppandosi un sistema frontale, il cui ramo occluso si allargherà a ventaglio verso settentrione, con due risultati sinergici: il primo è il risucchio di aria fredda da est, il secondo è l'estensione delle precipitazioni verso Emilia, Romagna e Triveneto.

Ecco l'equazione che darà come risultato finale la neve anche in pianura. Si, perchè tra lunedì sera e la notte su martedì potranno venire imbiancate qua e là alcune porzioni della val Padana orientale, in modo particolare l'Emilia orientale da una parte e la pedemontana veneta dall'altra. La neve cadrà dunque con maggior probabilità e intensità tra Modena, Bologna e Imola. Più discontinue le nevicate sulle altre province emiliane, forse asciutto sul Piacentino occidentale mentre, procedendo verso la Romagna, si prevede solo pioggia prevalente tra Forlì e il Riminese, ivi compresa tutta la fascia costiera ravennate e anche nel Ferrarese.

Ma il ventaglio di nubi e precipitazioni si sarà frattaneto allargato anche al Triveneto. Le prime ombre della sera porteranno la bianca precipitazione e cadere lieve dapprima sui settori alpini e prealpini intorno ai 400-500 metri. Anche in questo caso ecco subentrare i freddi venti di Bora a far calare il limite delle nevicate a tratti sino al piano, pur se in modo alquanto irregolare e discontinuo.

La maggior probabilità di nevicate fino in pianura si avrà su Veronese e Vicentino, con parziale estensione dei fiocchi in nottata anche verso la Lombardia, in particolare su Mantovano e Bresciano, a tratti sino alla Bergamasca. Bene anche a Trento, Bolzano e Belluno, che martedì si risveglieranno certamente imbiancate. Fenomeni più discontinui in pianura su Trevigiano e su tutto l'alto Friuli. Possibile neve a tratti su Udine e Trieste per possibili fenomeni di Bora scura. Pioggia prevalente su Padovano, Veneziano e Rodigino.

I maggiori accumuli nevosi? Attesi naturalmente in montagna, in particolare sull'Appennino Emiliano e Romagnolo, dove in quota andranno accumuladosi spessori di diversi centimetri.

La fine dei fenomeni? Martedì pomeriggio, con le ultme deboli nevicate nell'immediato entroterra romagnolo sino in pianura (qui forse rientreranno in gioco Ferrara, Ravenna e Rimini) e ancora lungo il retrostante spartiacque appenninico che, per allora, avrà fatto davvero il pieno.

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum