Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Non sempre il CASTELLANUS aiuta a capire che tempo farà...

La didattica e le eccezioni.

In primo piano - 18 Agosto 2009, ore 08.05

Da anni insegno nelle scuole e dalle pagine di MeteoLive che l'altocumulus castellanus è la nube sentinella dei temporali. In altre parole può annunciarne l'arrivo, da lì a poche ore. Il punto è che la cosa non è automatica. Il castellanus può comparire in modo anche convincente, senza che poi succeda nulla sopra le nostre teste. Spesso può trattarsi dei residui di un temporale, scatenatosi qualche ora prima sui monti, e di cui ora giungono in pianura solo brandelli di nubi. Talvolta segnalano una lieve instabilità nelle ore del primo mattino, quando in quota è presente una maggiore umidità, che poi non riesce a trovare conferma in quelle del pomeriggio-sera, giacchè l'aria si mostra eccessivamente stabile, calda e secca anche in quota. In questo caso gli eventuali temporali rimarranno incollati ai rilievi, mostrandosi sporadici, deboli ed isolati, i classici temporali di calore che non riescono a portare refrigerio. Quindi la legge che il castellanus visto al mattino, possa essere l'annuncio di un temporale pomeridiano o serale, presenta molte eccezioni. Qualche volta comunque la regola funziona ancora, specie quando dopo qualche ora dalla loro scomparsa, vediamo attivarsi una cumulogenesi importante.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum