Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

NEWS DELLA SERA: un'eredità di tempo PERTURBATO lasciata dai venti continentali

Ancora in attesa di capire con precisione QUALI saranno le mosse della circolazione d'aria fredda ed instabile attesa sull'Italia nel corso della prossima settimana che già tentiamo di spingerci oltre, stilando così una primissima linea di tendenza relativa al periodo a cavallo tra il termine della prima e l'esordio della seconda decade ottobrina. Quali sino a questo momento i punti cardine dell'evoluzione futura?

In primo piano - 2 Ottobre 2016, ore 21.35

L'Europa diverrà nei prossimi giorni protagonista di un cambio netto della circolazione atmosferica a livello europeo; andrà infatti consolidandosi un vistoso anticiclone sulla Penisola Scandinava, masse d'aria molto fresche di origine continentale scivoleranno lungo il bordo orientale di questa figura, portando un sensibile raffreddamento sull'Europa. Il futuro riconsegnerà una probabile ripresa delle temperature che tuttavia non dovrebbero più portarsi sui valori raggiunti in questi giorni. Picchi"over" 20°C potranno manifestarsi solamente in occasione di forti richiami meridionali, comportamento questo tipico della parte più avanzata dell'autunno, quella che ci apprestiamo a vivere proprio dalla mensilità di ottobre in avanti.

Fatte queste considerazioni di base, quale potrebbe essere l'evoluzione delle figure bariche in ambito europeo a cavallo tra la prima e la seconda decade di ottobre?

La linea di tendenza espressa soprattutto dal modello europeo, sembrerebbe ormai abbastanza chiara; un raffreddamento piuttosto sensibile delle temperature finirebbe col dilagare a macchia d'olio sin verso le propaggini più occidentali del nostro continente. Persisterebbero infatti vistose figure di alta pressione arroccate ai settori settentrionali dell'oceano Atlantico e dell'Europa, consolidando nella fascia delle medie latitudini, un ampio movimento antizonale che avrebbe come obiettivo finale, lo spostamento del baricentro della circolazione depressionaria ad ovest dell'Italia. 

Inutile dire come sul nostro Paese, un simile disegno barico sarebbe garanzia di tempo instabile ed anche piuttosto freddo. Il maltempo e l'instabilità inizialmente concentrati lungo i versanti adriatici, tenderebbero poi a manifestarsi sempre più frequentemente anche lungo il Tirreno, stante una rotazione del vento dai quadranti occidentali e meridionali.

A quel punto subentrerebbe una ripresa delle temperature (specie al centro-sud) ma le conseguenze in termini di maltempo ed instabilità potrebbero attardarsi sull'Europa per diverse altre giornate.

Conferme o smentite nei prossimi aggiornamenti. 

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.06: TG-BO Tangenziale Di Bologna

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra Bologna Casalecchio (Km. 0,8) e Bologna S.Lazzar..…

h 01.05: R01 Ramo Verde Tangenziale Di Bologna

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra Bologna Borgo Panigale e Allacciamento Tangenzia..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum