Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

News della sera: FRESCO ed INSTABILE da giovedì 7 aprile in avanti, poi...

Trova conferma anche dagli aggiornamenti odierni, l'arrivo di una fase atmosferica un po' più fredda ed instabile nel periodo compreso tra giovedì 7 e domenica 10 aprile. Uno sguardo anche all'evoluzione successiva.

In primo piano - 4 Aprile 2016, ore 18.00

Proprio in questi giorni, il bacino centrale ed orientale del Mediterraneo viene interessato da un intenso e persistente richiamo d'aria tiepida portato dalle correnti di estrazione subtropicale sahariana. Ce ne possiamo accorgere dalle tinte giallastre del cielo e dalle residue precipitazioni che, sulle regioni settentrionali, sono accompagnate dalla caduta di pulviscolo sabbioso. Il tempo più stabile lo troviamo senza dubbio sulle regioni centrali e meridionali, laddove si concretizza l'azione stabilizzante portata da un modesto anticiclone "pompato" da masse d'aria molto tiepide a tutte le quote.

Nelle prossime ore una nuova depressione tenderà ad isolare un cut-off proprio al di sopra delle regioni desertiche tunisine ed algerine, portando sull'Italia l'ennesima invasione di nubi alte e sottili, associate ancora ad un profilo termico molto mite. Da questo secondo step, trarrà però origine una fase instabile che il centro di calcolo americano, evidenzia nel periodo compreso tra giovedì 7 e domenica 10 aprile. 

Di cosa si tratta nel dettaglio?

Sperimenteremo un vero e proprio ribasso del fronte polare che arriverà senza intoppi, ad occupare i settori centrali d'Europa e di Mediterraneo. La vecchia circolazione di bassa pressione ormai arenata alle latitudini tunisine ed algerine, verrà così riagganciata dal flusso portante principale. Rinvigorita da nuovi apporti d'aria fredda oceanica, darebbe luogo ad un peggioramento generale delle condizioni atmosferiche sull'Italia già dalla seconda metà di giovedì 7 aprile. Parzialmente escluso sarebbe soltanto l'angolo nord-ovest, mentre le precipitazioni guadagnerebbero senza problemi i rimanenti settori italiani, comprese anche le regioni nord-orientali. 

Già dalla giornata successiva, venerdì 8, lo spostamento del "baricentro" delle depressioni verso l'Iberia, renderebbe possibile un cambiamento più deciso delle condizioni atmosferiche anche sulle regioni occidentali e sui versanti dell'alto Tirreno. Al meridione si farebbe strada una nuova escalation delle temperature. 

Nella seconda decade di aprile (lunedì 11 - venerdì 15) sarebbero ancora le regioni settentrionali ad essere interessate da una circolazione di venti da sud-ovest, veicolanti masse d'aria moderatamente instabili. Tempo migliore al centro e soprattutto al Mezzogiorno, laddove la colonnina di mercurio sarebbe soggetta ad un graduale, costante aumento della temperatura. 

Conferme o smentite nei prossimi aggiornamenti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.34: Roma Via Tiburtina

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra A90 e Via del Casale di San Basi..…

h 07.34: Corso Regina Margherita(TO)

coda

Code nel tratto compreso tra Corso Regio Parco e Rondo' Forca in direzione Tangenziale Nord Di To..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum