Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

News della sera: CONFERMATO impulso d'aria ARTICA sul Mediterraneo, poi...

L'anticiclone ritirato sull'Europa occidentale, consentirá un passaggio instabile seguito da aria fredda artica sul Mediterraneo. Incertezza sull'evoluzione successiva.

In primo piano - 2 Ottobre 2017, ore 21.30

Questa prima decade di ottobre sarà caratterizzata ancora una volta da un affondo d'aria fredda artica che riuscirà a scavarsi un posto sul Mediterraneo seguendo una logica circolatoria di tipo meridiano. In buona sostanza l'anticiclone delle Azzorre andrà a ritirarsi almeno in parte sull'oceano Atlantico, lasciando spazio ad una massa d'aria fredda ed instabile di scivolare lungo il suo fianco orientale per gettarsi a capofitto sulla Penisola Balcanica e poi sui settori orientali del Mediterraneo.

Esiste ancora un certo grado di incertezza riguardante la precisa traiettoria del passaggio, il modello europeo insiste su di un affondo un po' più occidentale quel tanto che basta da rimettere in gioco le regioni settentrionali con qualche episodio di instabilità passeggero e marginale, la tesi proposta dal modello americano lievemente più orientale, metterebbe completamente fuori causa le regioni del nord con un coinvolgimento più diretto del centro e del sud, comunque con fenomeni abbastanza veloci.

L'apice di tale passaggio si verificherebbe tra venerdì 6 ottobre e domenica 8, la festività domenicale ricadrebbe sotto l'influenza di una circolazione settentrionale con raffreddamento deciso delle temperature soprattutto in quota, poi anche al suolo. 

Volgendo il nostro sguardo al termine della prima decade ottobrina, appare probabile un rinforzo dell'alta pressione sui settori centrali ed occidentali europei, accompagnata da una fase atmosferica più tranquilla e con valori termici in lieve salita. Con l'inizio della seconda decade di ottobre il modello europeo conferma la possibilità che una perturbazione possa strutturarsi sui settori occidentali del nostro continente per poi progredire verso il Mediterraneo, accompagnata da temperature miti e maggiori precipitazioni. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum