Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

News della domenica: più freddo dalla prossima settimana ma non per tutti

Una nuova perturbazione introduce aria più fredda sul Mediterraneo a partire da domani. Ecco quali regioni potranno sperimentare il calo termico più accentuato.

In primo piano - 10 Febbraio 2019, ore 15.45

Una circolazione d'aria fredda ed instabile veicolata da una perturbazione atlantica, si avvicina a grandi passi verso il bacino centrale del Mediterraneo. Trattasi di una perturbazione dalle origini nord-atlantiche, la quale tra questa sera e nel corso della prossima notte, attraverserà rapidamente le regioni italiane centrali e settentrionali, portandosi rapidamente verso l'Italia meridionale l'area balcanica, sotto la spinta dell'anticiclone iberico. Con questo tipo di situazione, il vento che spira sull'Italia sarà presto destinato a provenire dai quadranti nord-orientali, accentuando un raffreddamento delle temperature per alcune specifiche regioni. Dovremo infatti tenere conto della posizione sempre un po' invasiva esercitata dall'alta pressione sull'Europa occidentale, la quale tenterà in più di un'occasione di conquistare il Mediterraneo centrale, riuscendovi però solo in parte. 

Nel corso della prossima settimana il raffreddamento più convincente della temperatura sarà quindi circoscritto alle regioni orientali del Paese, soprattutto sul medio e basso Adriatico. Sui saranno possibili anche alcune sporadiche precipitazioni ed il cielo risulterà spesso nuvoloso.

Lungo i versanti dell'alto Tirreno e soprattutto delle regioni nord-occidentali, tra mercoledì e venerdì prossimo l'influenza anticiclonica si farà sentire in modo più netto, accentuando un rialzo delle temperature soprattutto in quota. Qui il cielo risulterà spesso e volentieri sgombero da nubi, i contrasti saranno smorzati e verranno favorite le stasi atmosferiche con scarsità o assenza di ventilazione significativa.

A livello sinottico europeo, con questo tipo di circolazione risulteranno completamente bloccati i venti oceanici in grado di dispensare precipitazioni democratiche sulla nostra penisola. Verranno invece privilegiati i flussi di correnti nord-orientali associati a condizioni avare di pioggia e di neve sopratutto per i versanti occidentali e le regioni del nord italia che si apprestano a vivere un proseguimento di febbraio dalle caratteristiche alquanto secche. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum