Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

News dal modello americano: la prima settimana settembrina dominata dall'instabilità, poi...

Nei prossimi giorni, attesa una graduale espansione dell'instabilità anche ai settori centrali e meridionali del Paese. In seguito l'anticiclone delle Azzorre potrebbe almeno in parte rimettere le cose a posto.

In primo piano - 2 Settembre 2015, ore 17.45

Nelle ultime 24 - 36 ore, parte delle nostre regioni italiane sono state protagoniste di un'importante cambiamento delle condizioni atmosferiche provocato dall'avvicinamento al Mediterraneo di una nuova, importante figura ciclonica. Nei prossimi giorni tale figura di bassa pressione andrà ulteriormente organizzandosi, ponendo le basi ad un importante passaggio instabile atteso sulle regioni centrali tra venerdì 4 e sabato 5 settembre. Sfruttando l'indebolimento dell'alta pressione avvenuto in queste ultime ore, questa perturbazione arriverà ad interessare una porzione abbastanza vasta di territorio italiano, distribuendo precipitazioni su molte delle nostre regioni. Tuttavia abbiamo ancora a che fare con un passaggio instabile di natura estiva, pertanto veloce nella sua evoluzione e limitato ad uno spazio di poche ore. 

A favorire l'ulteriore approfondimento della depressione sui settori centro-occidentali europei, lo scivolamento dell'aria più fredda lungo il fianco orientale dell'anticiclone delle Azzorre che dalla sua posizione defilata sull'oceano Atlantico, tenderà a spingersi gradualmente verso l'Europa. In un primo momento questa manovra favorirà l'avanzamento del famigerato "asse di saccatura" dalla vicina Francia alla penisola italiana, rinnovando pertanto delle condizioni di instabilità che non si limiteranno ad interessare i settori settentrionali ma tenderanno ad espandersi anche al centro-sud entro il prossimo weekend. Le temperature sarebbero ovviamente in calo su tutto il Paese. 

Lo step successivo potrebbe portare l'alta pressione ad estendersi verso i settori centrali europei. Questo movimento favorirebbe l'imposizione sull'Italia di una sinottica tendenzialmente settentrionale, concentrando qualche residuo fenomeno di instabilità sulle regioni di mezzogiorno, mentre il tempo sarebbe già migliorato da un bel pezzo sulle regioni settentrionali e su buona parte di quelle centrali. La seconda decade di settembre potrebbe quindi essere influenzata dall'alta pressione delle Azzorre con tempo stabile soprattutto sui settori settentrionali dello stivale. 

Previsione da confermare. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum