Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

News dal modello americano: espansione parziale dell'alta pressione verso l'Europa

Superate le ultime incertezze legate al transito di un nuovo impulso di instabilità attorno metà settimana, l'alta pressione delle Azzorre tenterà almeno in parte di correre ai ripari, vediamo in che modo e con quali effetti.

In primo piano - 21 Settembre 2015, ore 18.15

Questa settimana assisteremo al passaggio dell'ultima perturbazione veicolante aria fresca oceanica sul Mediterraneo. Una perturbazione che andrà chiudendo il primo step di una stagione autunnale dalle molte fasi di instabilità, conducendoci al graduale passaggio di consegne tra l'estate e l'autunno. Il nuovo riassetto delle figure bariche nello scacchiere atmosferico europeo coinciderà con la data di inizio dell'autunno astronomico, anticipando l'entrata in scena dell'alta pressione oceanica sul vecchio continente. 

La ribalta di questa figura barica sull'Europa, altro non è che il prodotto finale di un primissimo rinforzo del Vortice Polare alle alte latitudini dell'emisfero. Le depressioni extratropicali sull'oceano Atlantico e sull'Europa settentrionale, sarebbero pronte a regalare la prima spazzolata di venti occidentali tesi e vigorosi che rappresenteranno forse il segnale più esplicito dell'autunno che avanza inesorabile giorno dopo giorno. 

Trattasi a tutti gli effetti di un flusso cosiddetto "zonale", cioè "un fiume" di correnti occidentali leggermente ondulate che costringeranno l'alta pressione delle Azzorre a distendersi parzialmente lungo i paralleli. I settori occidentali d'Europa saranno i primi ad esserne interessati ma l'alta pressione avrebbe il suo peso anche sulla circolazione atmosferica del Mediterraneo e dell'Italia. In virtù di un "tiraggio zonale" posto su latitudini particolarmente elevate, l'anticiclone non si distenderebbe in modo netto sul Mediterraneo ma resterebbe parzialmente sbilanciato verso i settori nord-occidentali d'Europa, presentando un punto cardine di ancoraggio tra l'Iberia ed il Regno Unito. 

Ne deriverebbe un flusso di correnti abbastanza fresche di origine orientale europea che porterebbero un primo raffreddamento della temperatura sull'Europa continentale, sino a due passi dall'Italia. Condizioni di moderata instabilità potrebbero quindi manifestarsi soprattutto sulle regioni centro-meridionali dello stivale mentre al nord prenderebbe il via un periodo abbastanza prolungato di precipitazioni sotto la media. 

Seguite gli aggiornamenti della sera. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum