Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

NEVICATA in arrivo al nord: i punti a favore e quelli contro...

L'analisi.

In primo piano - 28 Gennaio 2014, ore 10.37

Sappiamo benissimo che si tratta di una nevicata che giunge su un territorio che non ha terminato i "lavori" per prepararsi alla neve. Diciamo che in quota le termiche sono più che buone, anche sul nord-est, dove sin sulla fascia pedemontana si misureranno attorno a 1400m, anche -7°C. Ad ovest ci attendiamo anche un -6°C sul Piemonte, con valori che salgono procedendo verso sud sino a -3°C.

Il problema allora è la mezza quota? E l'aria già satura?
Alla quota degli 800m in realtà il modello prevede la persistenza di una bella -2, mentre il problema sta negli strati proprio prossimi al suolo tra 500 e 100m. Lì non tutti gli strati si sono raffreddati, le gelate al suolo su diverse località non ci sono ancora state, se non nell'ultima notte ma localizzate.

E poi c'è troppa umidità nell'aria a causa del rientro di correnti umide da est, ma si è formata nebbia fredda e quella aiuta, specie sul Piemonte, dove davvero a nostro giudizio ci sono tutte le condizioni per arrivare a veder cadere fiocchi sino a venerdì mattina, specie sui settori meridionali.

Ci sono però anche punti a favore: l'innesco del vento da est piuttosto freddo nella mattinata di mercoledì sulla Valpadana, che pescherà ancora per qualche ora aria fredda dalla Slovenia, mescolata certamente con quella più tiepida ed umida mediterranea, ma con prevalenza della componente orientale fredda. Così potranno temporaneamente seccare gli strati prossimi al suolo, preparandoli meglio ad una successiva riumidificazione e dunque raffreddamento all'arrivo del fronte.

Il Piemonte non avrà tempo per questo e riceverà subito neve dall'azione congiunta dello Scirocco ligure e dal vento da est padano che favorirà qui un effetto stau.

Dal pomeriggio di mercoledì il fronte sfonderà meglio in Valpadana e i fiocchi proveranno a sconfinare anche in Lombardia, sia pure magari misti a pioggia, dove raggiungeranno il culmine di intensità nella serata, sfondando contemporaneamente su tutto il nord-est, dove la neve dovrebbe cadere sino in pianura su tutta la fascia pedemontana e dell'alta pianura, mentre mista a pioggia su basso Veneto, Emilia orientale e coste.

Poi c'è l'incognita: pausa si o pausa no nei fenomeni? Ci sarà? Tra le due perturbazioni? Per molti modelli praticamente no e in questo modo la continuità frontale potrebbe assicurare il mantenimento dell'omotermia suolo-quota, protraendo i fenomeni nevosi così come descritti sino a giovedì alle 12, qualora ci fosse, e risultasse prolungata, tutta la colonna potrebbe deteriorarsi, limitando le nevicate alla ripresa dei fenomeni al solo basso Piemonte e fondovalle alpini.

Dunque momento delicatissimo. Occorrerà aggiornarsi.
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum