Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Nevica, professore, nevica!

Esperienze nevose in classe.

In primo piano - 8 Febbraio 2010, ore 09.16

Un boato da ultras, un autentico tifo da stadio si è levato ieri nella classe in cui svolgevo la mia lezione di Meteorologia, alla visione di quattro fiocchi di neve bagnata che volteggiavano sotto il cielo di Puglia, quasi come se quell’evento tanto raro i miei studenti pugliesi non l’avessero mai visto prima! Essi erano così entusiasti per qualcosa di tanto sorprendente per loro, che già sognavano di ritrovarsi l’indomani a giocare con le palle di neve davanti alla scuola! Non è servito a nulla dire ai ragazzi di stare calmi, perché era neve bagnata e non ce l’avrebbe fatta ad attecchire! Loro erano felici di quello che si presentava ai loro occhi e basta! Tanto felici, da portarmi alla cattedra un fiocco di neve che, eroicamente, era riuscito a sopravvivere prima ai 5 gradi sopra lo zero esterni, poi allo shock termico del tragitto dalla finestra alla scrivania! Ma sì, allora, perché rimproverare o ammonire la loro esuberanza? e perché mai punirli se col telefonino, dai vetri delle finestre che si affacciano sul porto di Brindisi, filmavano quella sterile nevicata? Tanto io, se in quel momento non avessi indossato la mia veste di insegnante, avrei fatto persino peggio di loro, non tanto per l’evento atmosferico in sé che, come entità, era inferiore a tantissime altre nevicate che in passato si son verificate da queste parti, ma semplicemente per fare un applauso di incoraggiamento a quei timidi fiocchi di neve che quasi parevano arrossire per aver osato farsi vedere fin quaggiù, per incitare quei derelitti cristalli di neve fradicia che a fatica, pur un contesto barico sinottico sfavorevole e pur in condizioni termiche locali avverse, stoicamente, riuscivano a raggiungere il suolo, quasi a voler gridare, stremati, alla Terra del Sole “Anche questa volta ce l’abbiamo fatta!”, ultimo vagito emesso appena un attimo prima di rendere le loro armi alla loro immancabile fusione! Se solo i ragazzi avessero idea di quale bagarre fosse il frutto quella debole nevicata in corso e quale confusione avevano scatenato i modelli di previsione una settimana prima, quando in un primo momento facevano credere a noi addetti ai lavori che stava per presentarsi la Siberia in persona fin dietro le porte di casa nostra, con una -10°C prevista a 850 mb a lambire le coste adriatiche pugliesi e tanta, tanta neve pronta ad imbiancare i litorali adriatici da Rimini a Lecce e a seppellire sotto metri di neve le retrostanti alture, per poi ridimensionare il tutto col passare dei giorni! Quale delusione è stata, per l’ennesima volta, guardare le successive corse dei modelli che spingevano sempre più in alto i valori termici, fino al valore registrato di -6°C (alla 850mb) che da queste parti garantisce la neve solo fino ai 300 m, e che spostavano in continuazione la collocazione dei vortici secondari sul Mediterraneo, allontanando sempre più la possibilità di una nevicata storica fin sulle coste joniche della Puglia! Anni fa, quando ero ancora bambino e non conoscevo bene tutte le leggi che regolano la Termodinamica delle masse d’aria, ricordo bene che tutte le volte in cui la sera, prima di andare a letto, a Taranto c’erano 5°C o meno (solo perché in passato, una o due volte, era successo che il mattino successivo ai 5°C serali aveva nevicato), sognavo di risvegliarmi l’indomani alla visione della mia città sotto 10 cm di neve! Tante volte mi svegliavo alle sei o alle cinque per alzare le tapparelle e vedere com’era il tempo fuori e, osservando le strade ancora senza neve, tornavo a letto con la speranza folle che di lì a due ore mi sarei alzato sotto una fitta nevicata, per poi rimanerne spesso completamente disilluso e beffato dalla notizia di nevicate avvenute in nottata sulle Murge, distanti pochi chilometri! Da quelle piccole grandi delusioni dell’infanzia son passati molti anni e anche se l’esperienza in Meteorologia mi porta a riconoscere ogni irruzione di aria fredda per quella che è e quindi a non saltare giù dal letto al mattino se la sera prima ci sono stati 5 gradi (ed anche 3, se le carte previste non mi convincono), le delusioni, tuttavia, non mancano neanche ora, specie quando i modelli una settimana prima pare che si divertano ad illuderci, prospettando un’ondata di gelo di portata storica, per poi cambiare le carte in tavola appena due giorni dopo, tanto che, alla fine, al Sud Italia pare che quest’anno la neve seria non voglia arrivare mai! Qui in Puglia, così come in tutte le zone pianeggianti del centro Tirreno e del Sud, assistere ad una grande nevicata di quelle da raccontare alle future generazioni è un desiderio forte e palpabile che, ogni anno che passa, cresce sempre di più. Si vive con ansia e trepidazione l’evolversi di ogni singola ondata di freddo, si sogna un po’ tutti e, ogni volta che si prevede un’ondata di freddo, molti confidano in me per sapere se sarà la volta buona di vedere la neve, quasi come se io fossi l’oracolo che intercede presso il Signore del tempo! Poi, ancora una volta, mio malgrado, son costretto rispondere “No, neanche questa volta riusciremo a vedere la neve!” e così continueremo ad aspettare e a sognare ad occhi aperti, prima o poi la dama bianca tornerà a ricordarsi anche di noi!

Autore : Prof. Pier Paolo Talamo

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.42: SS120 Dell'etna E Delle Madonie

rallentamento

Traffico rallentato causa fango sulla strada nel tratto compreso tra 6,228 km dopo Incrocio Cerda (..…

h 19.39: A14 Bologna-Ancona

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Bologna Fiera e Allacciamento A1 Milan..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum