Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

NEVE: è l'anno del nord delle Alpi, attese grosse nevicate

Tra il 29 ed il 2 gennaio attese forti nevicate a nord delle Alpi con parziale coinvolgimento anche di alcune nostre vallate settentrionali.

In primo piano - 27 Dicembre 2011, ore 09.56

Un'eccezionale serie di nevicate, di quelle che possono alla fine anche provocare conseguenze tragiche (valanghe, moria di cervi) potranno verificarsi a nord delle Alpi tra il 29 ed il 2 gennaio, con una sequenza di perturbazioni e di sbalzi termici che farà rimanere letteralmente senza fiato gli abitanti di questi meravigliosi borghi alpini.

A tratti le nevicate sfonderanno anche a sud delle Alpi, coinvolgendo soprattutto alta Valle d'Aosta, Val Formazza e zona del Sempione, Alta Leventina e Mesolcina in Canton Ticino, Alta Valtellina e poi molte zone dell'Alto Adige, dell'alto Cadore, dell'alta Carnia e del Tarvisiano.

Si comincerà con la spruzzata del 29 dicembre, che coinvolgerà anche le nostre zone alpine orientali, anche più a sud delle zone confinali citate, con apporti nevosi di qualche centimetro oltre gli 800-1000m. Il secondo impulso, a carattere freddo, giungerà venerdì 30 e colpirà tutte le zone di confine e soprattutto quelle a nord delle Alpi, con zero termico prossimo ai fondovalle.

Anche sabato 31 altra grande nevicata da fronte caldo con accumuli impressionanti a nord delle Alpi ma buoni contributi anche a sud, perchè la nuvolosità da fronte caldo riesce a valicare meglio l'arco alpino. Con lo zero termico a 1700m, in rialzo temporaneo a 2200m su ovest Alpi, la quota neve varierà molto da zona a zona.

Aumenterà sensibilmente il rischio di valanghe spontanee di neve a debole coesione.
Dopo una pausa per le prime ore del primo gennaio, ecco un nuovo contributo perturbato. Un fronte freddo pronto a valicare le Alpi nella notte del 2 con neve questa volta anche a sud delle Alpi, specie sui settori centro-orientali, mediamente oltre i 1200m.

Dopo questo episodio sarà possibile una parziale rimonta dell'anticiclone.
Si stima comunque che l'apporto di neve fresca a 2000m alla fine di questi 4 episodi possa risultare anche localmente vicino ai 200cm sui settori occidentali e 150cm altrove, ma con apporti medi di 120cm, che si andranno a sommare agli strati delle nevicate precedenti.

Insomma sembra davvero l'anno del nord delle Alpi, come accadde in diverse stagioni degli anni 90. Almeno i ghiacciai nordalpini ringrazieranno.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum