Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

NEVE in città: chi potrebbe vederla tra il 5 ed il 6 marzo?

Fronte freddo e doppio minimo pressorio associato con valori termici anche di -6°C a 1500m. Una botta fredda non trascurabile insomma. E le città? Come reagiranno.

In primo piano - 27 Febbraio 2015, ore 11.10

L'ipotesi di un coinvolgimento nevoso delle città del nord è per il momento molto bassa: solo il modello europeo infatti regala una depressione in posizione favorevole a far cadere qualche fiocco anche su alcune aree del nord.

Al momento, ammesso ma non concesso che questo schema venga confermato, sarebbero quelle del basso Piemonte e dell'Emilia-Romagna  ma con accumuli trascurabili o nulli, (forse qualcosa in più Rimini e Riccione) perchè il fronte volerebbe poi via rapido sul centro Italia e lì si approfondirebbe il famoso minimo ad occhiale che coinvolgerebbe sia Tirreno che Adriatico, portando neve dunque su entrambi i versanti mediamente sino a 300m, ma a marzo i temporali nevosi sono molto probabili e la neve può fare miracoli in questi casi, con l'aria fredda che si rovescia al suolo e che spinge i fiocchi anche laddove le temperature non sarebbero proprio favorevoli alle nevicate.

Dunque quali città potrebbero ricevere rovesci nevosi durante la giornata di giovedì 5 marzo?
In Toscana Siena ed Arezzo, ma con fiocchi possibili anche a Firenze, Prato, Pistoia, in Umbria Città di Castello, Perugia, Umbertide, Norcia, Foligno, Assisi, Spoleto, Terni e poi nel Lazio Viterbo, Rieti, Frosinone e nelle Marche Urbino, Fabriano, Macerata; in Abruzzo Chieti, L'Aquila, Teramo.

Nella notte su venerdì 6 e poi nella mattinata successiva la neve scenderebbe verso sud toccando Isernia e Campobasso in Molise, Avellino e Benevento in Campania, in Puglia temporali di neve a Foggia non sono esclusi, intensi rovesci di neve sulle Murge, neve a Potenza, Matera e qui ci fermiamo, perchè sembra che poi l'aria fredda perda compattezza in quota; in ogni caso entro sabato mattina la neve potrebbe visitare anche alcune città siciliane e calabresi, ma qui tutto dipenderà dalla traiettoria del fronte e dai movimenti del minimo.

Il modello americano e quello europeo dovranno infatti trovare un punto di convergenza, altrimenti i previsori impazziranno.
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum