Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

NEVE: ecco DOVE potrebbe cadere secondo gli ultimissimi aggiornamenti

Una parte del nostro Paese ormai prossimo ad essere interessato da una circolazione d'aria instabile e molto fredda soprattutto alle quote superiori. Ecco dove potrebbero concentrarsi le nevicate più importanti.

In primo piano - 30 Novembre 2017, ore 19.15

Quando si tratta di prevedere la formazione di un minimo di bassa pressione cosiddetto "da contrasto" sul Mediterraneo, sino all'ultimo momento può essere estremamente difficile capire QUALI aree possono essere interessate dai fenomeni più importanti. Nel caso specifico, siamo partiti da una previsione di passaggio instabile che avrebbe dovuto riguardare gran parte delle regioni settentrionali con neve a bassa quota, mentre adesso risulta profondamente trasformata sia l'intensità che la localizzazione dei fenomeni. Piangeranno gli appassionati della neve sulle alte pianure ed al nord-est, esploderanno di gioia quelli delle regioni occidentali e soprattutto del Piemonte, laddove vengono previsti gli accumuli più elevati. 

Dunque un minimo di bassa pressione che, nel tardo pomeriggio di venerdì primo dicembre, tenderà ad approfondirsi sulla Costa Azzurra per poi trasferirsi abbastanza velocemente verso il mare di Corsca. Con queste premesse le precipitazioni più intense potranno manifestarsi sul basso Piemonte (cuneese e basso torinese), la Riviera Ligure di Ponente. Tra la fascia a rischio intermedio vi sarà la Liguria centrale ed orientale, i settori di bassa pianura della Lombardia e dell'Emilia, laddove saranno coinvolte anche le zone appenniniche adiacenti. Resteranno quasi a secco le alte pianure ove il rischio di neve sarà basso, completamente esclusi i settori nord-orientali (Alto Adige, Veneto e Friuli). 

In tutte le località sopraccitate la neve potrà cadere sino alle quote pianeggianti eccetto che sulla costa ligure di Levante e di Ponente. Possibili fiocchi svolazzanti anche sulla parte ovest di Genova e la città di Savona. 

Lo sviluppo degli eventi nelle ore successive, tra la tarda mattinata e la serata di sabato 2 dicembre, porterà la figura di bassa pressione ad isolarsi rapidamente verso la Corsica e poi la Sardegna, ove troveremo rovesci sparsi con instabilità convettiva e possibile neve sino a bassa quota. Nella notte tra sabato e domenica vi sarà un miglioramento più deciso del tempo al nord, contemporaneo all'isolamento della depressione sul Mezzogiorno con fenomeni che conquisteranno in modo più deciso le regioni meridionali. A tal proposito le regioni più coinvolte sarebbero la Campania, la Calabria tirrenica, la Sicilia settentrionale, la Basilicata e la Puglia meridionale. Quota neve fissata abbastanza in alto (900-1100 metri).

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum