Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Neve e montagna: sport, passione e divertimento oltre lo sci

Oltre lo sci e lo snowboard: la montagna è fatta anche di altro... Per fortuna!

In primo piano - 11 Dicembre 2007, ore 15.05

Sembra inscindibile il binomio montagna-sci, specie se ci si mette in mezzo la parola "neve". Eppure, il panorama della montagna invernale può riservare grandi soddisfazioni anche se ci si applica in discipline sportive diverse dallo sci, magari non conosciutissime, ma pur sempre spettacolari dal punto di vista emozionale. Che poi, parlando di sci, si dà sempre per scontato che si tratti di quello alpino, meglio conosciuto come "sci di discesa", e non magari di altro tipo. Purtroppo il fascino che la suddetta pratica esercita su noi italiani, e la generalizzazione che ne consegue, determinano un'erronea identificazione di questo sport nell'unica disciplina ai più nota, quando invece esistono tanti modi diversi di viverlo senza rimanere legati a skilift e seggiovie. Citiamo in questo senso lo sci di fondo, il telemark e lo scialpinismo. Poi c'è lo snowboard, e tutte le discipline ad esso collegate. Ma la montagna è fatta anche di altro. Di SLEDDOG, per esempio. Bastano pochi monosillabi, pronunciati in dialetto alaskano, ed ecco che un gruppo di scalpitanti husky parte quasi all'impazzata trascinando una slitta in grado di portare una o due persone. Oltre il Circolo Polare Artico questo è il mezzo di locomozione più utilizzato (attualmente minacciato dall'invasione delle motoslitte), qui in Italia sta diventando uno sport molto apprezzato, esportato proprio dal Grande Nord, specie per chi ama i cani e la natura in genere. E' infatti una pratica che permette la condivisione di memorabili giornate sulla neve con splendidi husky siberiani, in un ambiente a loro molto familiare. Il tutto nella cornice delle più belle montagne alpine, magari nei grandi boschi di conifere intorno ai 1500 metri di quota. E' uno sport che mette in evidenza la totale sintonia tra musher (conduttore) e cane, in uno stroardinario rapporto primordiale che non ha bisogno di briglie né di fruste, ma solo di comandi vocali e di grande intesa visiva. Per praticare lo sleddog è sufficiente un normale abbigliamento invernale da neve, tipo quello che si indossa per andare a sciare. Ovviamente non è uno sport che s'improvvisa dal nulla: occorrono lezioni e soprattutto la vicinanza del maestro che insegna come condurre la slitta e come dirigere i cani. E' inoltre possibile, rivolgendosi a personale specializzato, addestrare i propri cani a questo tipo di disciplina. I costi sono abbastanza elevati, ma la soddisfazione che se ne ricava è impagabile. La Scuola Italiana di Sleddog ha sede a Passo del Tonale, dove si organizzano settimane bianche appositamente studiate per imparare questa disciplina. C'è chi lo confonde con lo sci di fondo, con il quale però ha un elemento caratterizzante in meno, non dappoco: lo sci. Il NORDIC WALKING è uno sport che assomiglia molto alla pratica sciistica nordica, ma dalla quale si differenzia in quanto viene effettuato camminando sulla neve senza sci ai piedi. Si tratta di un'energica camminata, che si effettua alternando il movimento di gambe e braccia. Appositi bastoncini aiutano nella faticosa andatura, essendo muniti di passanti necessari all'azione delle braccia. E' uno sport assai consigliato, anche se ancora poco sviluppato, perché consente il coinvolgimento dell'80% dei muscoli corporei e permette un consumo calorico medio superiore del 20% al più conosciuto jogging. Metteteci poi che è stato valutato come un'ottima attività sportiva anti-stress, ed il più è fatto. Il Nordic Walking si pratica sulle piste di sci di fondo attrezzate per la tecnica skating (laddove non sia espressamente vietato il transito pedonale) o su appositi percorsi, possibilmente ondulati, di neve battuta. Esistono anche versioni estive di questo sport, praticato nella circostanza su manti erbosi o terra battuta. Come attrezzatura occorrono bastoncini telescopici e scarpe da trekking invernale, ovviamente in goretex. Per il resto va benissimo un abbigliamento a strati, piuttosto aderente, molto simile a quello che si accompagna allo sci di fondo. Non occorrono lezioni, si può imparare anche iniziando a camminare da soli. All'inizio l'andatura si rivelerà un pochino goffa e impacciata, ma pian piano si assumeranno ritmo e stile corretti. La vicinanza di un maestro o di un esperto è comunque consigliata per accelerare i tempi di apprendimento e per evitare di assumere posture sbagliate. Mai sentito parlare di CIASPOLE? Più che uno sport, è un modo pratico di camminare sulla neve fresca, senza rimanerne impantanati, divertendosi. Per chi ama il trekking invernale, o le semplici passeggiate bianche, le ciaspole sono uno strumento irrinunciabile, per diversi motivi. Innanzitutto l'estrema versatilità: si possono usare sia in paese che a valle, su altopiani o su terreni più accidentati, anche con pendenze importanti. Non si è legati a piste o a percorsi obbligati. In questo modo si arriva in luoghi incantati altrimenti difficilmente raggiungibili. Si adattano a qualsiasi scarpa da montagna, sia essa da trekking o doposci. Non hanno un costo elevato (con i bastoncini telescopici si può arrivare ad un massimo di 200 Euro da un minimo di 100), ma con una cifra variabile dai 5 ai 15 euro si affittano per una giornata e contemporaneamente sono impreziosite della lezione di natura e montagna offerta dalle guide alpine del posto, in escursioni diurne o notturne che possono durare anche diverse ore (ovviamente, ciaspole ai piedi!). Non sono necessarie lezioni. All'inizio il passo si mostrerà imbarazzato e insicuro, l'andatura lenta e goffa; ma poi, con il passar del tempo, si troverà il giusto rapporto con la propria coppia di racchette. E' un'attività di impareggiabile valore naturalistico, perché permette -diversamente dalle altre pratiche sportive- di ammirare in silenzio la bellezza della natura, senza rischiare di distrarsi e di rimanere vittima di infortuni muscolari. Quando si è sulle ciaspole ci si ferma al momento opportuno, si scattano foto, si girano filmati, si seguono tracce di animali selvatici, si osservano montagne. Non c'è richiamo migliore, per chi ama il trekking e tutto ciò che ne sta intorno. Tanto più si sale, tanto più si brucia, tonificando glutei e gambe. E' un'attività antistress assai consigliata a chi soffre il caos cittadino. Ma la condizioni numero uno per apprezzare in toto questo sport è la passione per il trekking. Chiudiamo con l'ICE CLIMBING, conosciuta anche come "arrampicata su ghiaccio". Sembrerebbe da subito uno sport estremo, in realtà così non è, almeno nei casi in cui lo si pratica tenendo conto di tutte le norme per la sicurezza. E' una tecnica alpina di scalata, resa sicura da un'imbragatura che rimane legata al contrappeso di una persona a terra o di punti stabili. La versione "soft" della disciplina prevede la pratica in palestre all'aperto appositamente attrezzate con cascate finte (dette torri di ghiaccio), dove il rischio di sciglimento o valanghe viene scongiurato. I più temerari la praticano invece su cascate vere e proprie, e non di rado si assiste a tristi epiloghi per via di imprevisti che sempre possono capitare quando si tralasciano le norme di sicurezza o quando si è particolarmente sfortunati. L'attrezzatura è molto importante: oltre alla già citata imbragatura, occorrono casco, due piccozze, ramponi e scarponi rigidi. Ovviamente servono lezioni approfondite, meglio sarebbe parlare di corsi intensivi. I costi sono ovviamente impegnativi (la sola attrezzatura, abbigliamento a parte, può superare i 500 Euro). E' uno sport che giova alla persona in quanto se ne trae un grande beneficio psicologico: affina autocontrollo, intelligenza tattica, concentrazione e capacità di gestirsi in situazioni critiche. Anche il fisico ne trae giovamento, grazie all'agilità che occorre mettere in gioco per divincolarsi su pareti verticali. Gli spettacoli naturali sui quali si pratica questo sport, inoltre, sono essi stessi, da soli, un valido richiamo per gli amanti di questo strepitoso sport. Ovviamente gli sport da fare in montagna con la neve non finiscono qui. Noi abbiamo voluto dar voce ai più significativi e ai più praticati, ovviamente lasciando da parte discipline sciistiche e snowboardiste, che reputiamo conosciute fin troppo. In realtà ci sarebbe da parlare tanto ancora, citando il "kitesailing" (lo sciatore si lascia trainare da una vela sulla superficie ghiacciata di un lago, in maniera molto simile a come avviene per il windsurf), il "tubing" (discesa effettuata seduti su di un ciambellone di gomma), lo "snowrafting" (discesa eseguita a capofitto su di un gommone), la "snowbike" (si scende su di un attrezzo simile alla mountain bike, che presenta due sci in luogo delle ruote, che pesa solo 7kg e che può essere trasportato sulle piste da sci dagli impianti di risalita), ecc, ma preferiamo terminare qui, consapevoli d'aver fornito un degno spaccato delle mille proposte che possono arrivare dalla montagna. E' vero anche che a volte si tratta di mode e di trovate pubblicitarie (e ci riferiamo a sport che lasciano il tempo che trovano e che magari durano l'arco di una sola stagione). Ma quello che non tramonterà mai è il modo con cui la montagna sa proporsi, specie in inverno, ai suoi amanti: un crogiuolo di soluzioni emozionanti per una passione che vige sotto il comune denominatore dell'amore per la natura e per le sue forme.

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.53: A1 Roma-Napoli

rallentamento tstorm

Traffico rallentato causa temporale nel tratto compreso tra Allacciamento Raccordo Napoli-Caserta S..…

h 18.52: A4 Brescia-Padova

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Padova Ovest (Km. 358,6) e Allacciamen..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum