Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

NEVE e dintorni: quando i fiocchi sono enomi è vero che poi smette o piove?

La dimensione dei fiocchi nel corso di una nevicata ispira diversi luoghi comuni popolari. Andiamo a scovarli e verifichiamone o meno la veridicità.

In primo piano - 6 Dicembre 2010, ore 10.06

"Nevica con grandi fiocchi, vuol dire che sta per piovere". Quante volte abbiamo sentito ripetere questa frase a effetto fin dai banchi di scuola? Cosa c'è di vero? Anzitutto cerchiamo di capire con alcuni semplici passaggi la fisica della neve.

Punto primo: la dimensione dei fiocchi di neve dipende dalla quantità di umidità presente nella colonna d'aria attraversata dalla precipitazione durante la caduta. Questo parametro ci dà due altre risposte matematicamente legate alla prima affermazione, risposte che poi andremo a dimostrare per verificare la veridicità o meno del detto iniziale. Essendo dunque l'umidità un parametro primario, possiamo senz'altro aggiungere due altri parametri determinanti, ossia la temperatura della massa d'aria e la sua pressione.

Una massa d'aria molto fredda, con temperature al suolo anche di diversi gradi sotto lo zero, è sempre molto secca, perchè fisicamente può contenere solo minime dosi di umidità. E' anche molto pesante perchè più densa e pertanto porta a condizioni di pressione atmosferica relativamente maggiore. Ora, se una nevicata parte in queste condizioni avverrà sotto forma di piccoli cristalli esagonali o minuscole lamelle dalle forme più disparate. La precipitazione troverà suoli gelati e dunque riuscirà ad attecchire facilmente, presentandosi talvolta anche con consistenza polverosa perchè intercalata da numerose intercapedini di aria. La situazione descritta è molto frequente in inverno sulle pianure del nord Europa e in Italia, nelle zone di alta montagna. Quanto detto sfata il mito: "Non nevica perchè fa troppo freddo".

Se una nevicata avviene invece con temperature lungo la colonna d'aria prossime allo zero i cristalli tenderanno ad agglomerarsi tra loro. Avremo i classici fiocchi. Con strati d'aria intermedi a temperatura parzialmente e per brevi tratti positiva, tra i fiocchi si formeranno alcune intercapedini di acqua che renderanno la precipitazione più pesante. La massa d'aria in questione in questo caso è di tipo più mite e ha pressione più bassa. Ne deriva una maggior quantità di umidità che permetterà ai fiocchi un ulteriore accrescimento. Ecco i fiocchi giganti citati all'inizio, quelli che, nonostante le loro dimensioni, faticano ad attecchire al terreno, sia per la parziale contenuto di acqua al loro interno, sia per la presenza di suoli con temperature quasi sicuramente positive. E' la classica situazione invernale da addolcimento sulle nostre pianure o le frequenti nevicate primaverili sulle nostre montagne.

Ora, dopo l'accrescimento dei fiocchi ci dovremo aspettare la pioggia o la cessazione della precipitazione? Non è detto. La tesi può essere vera solo laddove l'accrescimento dei fiocchi indichi il subentro di aria via via più mite tale da portare un aumento della temperatura sopra la soglia degli zero gradi, vedasi le situazioni da fronte caldo. In caso di fronti freddi invece il meccanismo dovrà essere considerato alla rovescia, con la precipitazione che parte con fiocchi coreografici di grandi dimensioni (l'aria fredda e secca sta scalzando l'aria mite e umida) e poi, lascia il posto ai cristalli tipici di una nevicata consistente. Quanto detto dunque sfata anche questo secondo mito: "Quando i fiocchi sono enomi presto smette o piove".


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.26: A14 Bologna-Ancona

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Allacciamento Diramazione Per Ravenna (Km. 56,7) e Imola (Km. 50,..…

h 16.26: A1 Roma-Napoli

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Barriera Di Napoli Nord (Km. 739,7) in direzione Roma dalle 16:21..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum