Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Nei prossimi giorni il freddo concederà una parziale tregua

L'allontanamento del vortice freddo verso l'Europa orientale favorirà l'insorgenza di venti settentrionali moderati, ma meno freddi di quelli presenti finora.

In primo piano - 7 Marzo 2005, ore 10.22

Con il passare delle ore il vortice freddo ancora presente sulle nostre regioni, in particolare al centro-sud, si allontanerà gradualmente verso i Balcani e l'Europa orientale; in questo modo l'anticiclone delle Azzorre avrà finalmente via libera per distendersi con un po' più di convinzione verso la Spagna dove, inutile chiederselo, le temperature risaliranno di diversi gradi entro giovedì prossimo. C'è quindi la speranza che le temperature tornino nella norma del periodo sull'Italia? Non proprio, o perlomeno non subito; nonostante la sua espansione verso l'Iberia infatti l'anticiclone delle Azzorre rimarrà con il centro motore in prossimità delle Isole Britanniche, continuando a pilotare correnti fredde dall'Artico verso la Germania ed i Balcani, grazie anche alla presenza di un Vortice Polare sulla Russia che agevolerà tale tipo di operazione. Questi venti artici toccheranno i monti del Triveneto, per poi sfiorare il nostro versante adriatico ed il meridione nella loro corsa verso la Grecia; è quindi su queste regioni che dovremo attenderci ancora un po' di freddo e qualche rovescio nevoso a bassa quota fino a venerdì, anche se il gelo dei giorni scorsi diverrà un ricordo. Al contrario sulle regioni tirreniche, il nord-ovest e la Pianura Padana in genere, tra mercoledì e venerdì i brividi di freddo della notte verranno sostituiti da un timido tepore primaverile fra la tarda mattinata ed il primo pomeriggio. Successivamente cosa accadrà? Come appariva già probabile qualche giorno fa, il prossimo affondo del Vortice Polare previsto per la fine della settimana, interesserà inizialmente solo il Mare del Nord e l'Europa centrale, favorendo l'arrivo sull'Italia di venti di Libeccio umido e relativamente mite; solo successivamente i venti freddi potranno tentare una incursione sul Mediterraneo, ma probabilmente in tale occasione avranno già perso parte della loro carica gelida. Insomma una vera e propria stabilizzazione del tempo attualmente appare ancora come un obiettivo piuttosto lontano per molte zone d'Italia.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.11: A4 Torino-Milano

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Svincolo Chivasso (Km. 17,2) e Svincolo Novara Ovest (Km. 82,9)…

h 05.06: A5 Torino-Courmayeur

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Svincolo S. Giorgio Canavese (Km. 24,9) e Svincolo Quincinetto (Km...…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum