Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ne usciremo a fine mese? Ipotesi a confronto

Evoluzione del tempo per fine mese: l'anticiclone africano inizierà a far sentire la sua influenza dall'Italia o continueremo ad essere interessati da fresche correnti nord-atlantiche?

In primo piano - 19 Aprile 2012, ore 17.30

I giorni passano e la primavera sta gradualmente passando alla sua fase più avanzata, le giornate si sono allungate parecchio ed il sole è sempre più alto nel cielo (nubi permettendo).

Attualmente siamo interessati dalla parte fredda di una vasta depressione di origine nord atlantica. Questa depressione sta distribuendo precipitazioni su diverse zone del paese pur senza essere associata a fronti organizzati.

Quale sarà l'evoluzione del tempo sullo scacchiere barico europeo ed italiano per la fine del mese? Al momento diversi modelli vedono un'influenza gradualmente crescente dell'anticiclone africano a partire dalle regioni meridionali.

Il suo risveglio, una sorta di "presa al potere" che inizierà dal Mediterraneo orientale, sarà provocata dal progressivo spostamento verso l'Europa occidentale del fulcro di bassa pressione che attualmente ci sta interessando.

L'aria fredda di origine nord atlantica non punterà più la Francia, ma scenderà di latitudine in corrispondenza della penisola Iberica e del marocco.

Il risveglio dell'alta pressione di origine africana diventa un elemento abbastanza comune tra la fine di aprile e l'inizio di maggio ed è quindi molto probabile che in questo contesto possa far sentire il suo respiro a partire dal mezzogiorno italiano proprio per fine mese.

Ci sono tuttavia alcune discordanze tra i diversi modelli di previsione. Alcuni modelli vedono una progressiva stabilizzazione del tempo anche per il centro e poi il settentrione, altri stringono l'occhiolino sul proseguo di un'evoluzione perturbata su parte del Paese sino a fine mese.

ECMWF: il modello inglese prevede il "risveglio" dell'anticiclone africano entro giovedì 26 aprile a partire dalle regioni meridionali. In questo contesto sarebbe logico attendersi una progressiva stabilizzazione del tempo sul Paese.

Un'ulteriore discesa di aria fredda in prossimità del Marocco consentirà all'aria calda africana di risalire verso nord, interessando marginalmente le regioni settentrionali tra venerdì 27 aprile e sabato 28 aprile. Questa ipotesi viene avvallata anche dal modello GEM.


GFS: il modello americano prevede invece un'influenza meno importante dell'anticiclone africano, il quale si limiterebbe ad interessare le sole regioni meridionali e parzialmente quelle centrali. In questo contesto sarebbe logico attendersi un'evoluzione improntata al tempo instabile e perturbato soprattutto al nord, con occasioni ripetute di ricevere apporti precipitativi. 

Sul meridione l'influenza dell'alta pressione sarebbe più evidente, sufficiente a provocare un primo aumento della temperatura su valori tardo primaverili con una generale stabilizzazione del tempo.

Seguite gli aggiornamenti!

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 04.29: A24 Roma-Teramo

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Allacciamento G.R.A. e Castel Madama (Km. 23,9) in direzion..…

h 01.45: A14 Bologna-Ancona

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Allacciamento A13 Bologna-Padova (Km. 14,4) e Bologna Borgo P..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum