Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Napoleone, per sfuggire alla calura, saliva sul Capanne all'Elba

E' sufficiente una montagna di soli 1019 metri per sconvolgere il clima della parte occidentale dell'isola.

In primo piano - 15 Settembre 2010, ore 14.51

L'isola D'Elba è la maggiore dell'arcipelago toscano ed è la terza isola più grande d'Italia dopo la Sardegna e la Sicilia. E'appena il caso di ricordare che la Corsica è francese! Chi non conosce le belle spiagge, le cale nascoste, le scogliere e le stupende colline della zona? Ma non è di questo che vi parleremo in questo articolo, bensì dell'unica vera montagna dell'isola che determina mutamenti climatici impressionanti su scala locale.

L'isola si può dividere in tre distinti settori: area occidentale, attorno al massiccio del monte Capanne, di cui parleremo diffusamente, la parte centrale, prevalentemente pianeggiante e infine dall'area orientale, caratterizzata dai modesti rilievi del monte Calamita e del monte Serra.

Il monte Capanne, formatosi da un sollevamento magmatico, con i suoi miseri 1019 m, riesce ad influenzare notevolmente il clima del settore occidentale dell'isola. Se provassimo a percorrere la strada a nord del monte partendo dalla località di Marciana Marina, scopriremmo una vegetazione lussureggiante, composta in prevalenza da castagneti.

Anche Napoleone scelse questa zona per fuggire dal caldo che affliggeva Portoferraio nell'agosto del 1814, riparando sul Monte Giove, che fa sempre parte della catena del Capanne con esposizione a nord. Resterete sorpresi nel notare anche la disposizione dei filari di vite, tenacemente aggrappati alla montagna.

Quando però aggirerete il versante della montagna raggiungendo Pomonte vi accorgerete di un cambiamento di vegetazione a dir poco sorprendente. Ai castagneti si sostituisce una vegetazione bassa e rada, in alcune punti quasi inesistente. Il Capanne riesce ad ostacolare il transito dei corpi nuvolosi che provengono da nord, accumulando sul suo settore settentrionale tutta la nuvolosità che, per ascesa forzata, scarica quasi tutto il suo contenuto di pioggia in loco.

Per effetto favonico, una volta raggiunta la cima della montagna, la nuvolosità ridiscende il crinale dissolvendosi, senza dar luogo ad ulteriori precipitazioni; non a caso forse il paese ai piedi della montagna del versante sud si chiama Secchetto. Un sistema temporalesco frontale in lento movimento da SW che richiami davanti a sè venti da SSE al suolo può invece comportare notevoli accumuli sul versante sud del Capanne con effetti anche pericolosi sebbene rari.

Le depressioni sono comunque in grado di dispensare piogge be distribuite su tutto il territorio, anche se quando arriva un temporale marittimo all'Elba può davvero fare paura.

Naturalmente la neve visita spesso la cima del Capanne in inverno.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 15.16: A50 Via Sandro Pertini incrocio Tangenziale Ovest Di Milano

coda incidente

Code per 3 km causa incidente nel tratto compreso tra Svincolo Baggio-Cusago: Via Zurigo-Zona Ind...…

h 15.09: A2 Autostrada del Mediterraneo

frana

Riduzione di carreggiata causa frana di materiale fangoso nel tratto compreso tra Svincolo Falerna-..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum