Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO EUROPEO: via l'alta pressione, dai primi di marzo comanderà la variabilità atlantica

Correnti tese da ovest dilagheranno come un fiume in piena sul nostro Continente nei primi giorni del nuovo mese.

In primo piano - 26 Febbraio 2019, ore 08.56

Nei prossimi giorni la situazione a scala europea tenderà gradualmente a cambiare. La percussione delle correnti atlantiche dovrebbe demolire il mostro anticiclonico che ha monopolizzato quasi tutto il mese di febbraio sull'Europa centro-occidentale con temperature da primavera inoltrata. 

La demolizione dell'anticiclone sarà graduale. La prima perturbazione troverà ancora difficoltà a muoversi da ovest verso est; di conseguenza sarà costretta a percorrere il solito giro largo, interessando essenzialmente il meridione e parte delle regioni centrali. 

La prima mappa in alto a sinistra mostra la posizione della peturbazione nelle prime ore di sabato 2 marzo; l'alta pressione avrà già ridotto la sua estensione, anche se questa "riduzione" non sarà ancora sufficiente a portare la pioggia sulle regioni settentrionali. 

Il modello ad area limitata corrispondente (seconda mappa) ci mostra difatti le piogge che ancora una volta si concentreranno tra l'Abruzzo e il meridione d'Italia, snobbando il restante territorio nazionale. 

 

 

La sutuazione, come abbiamo già anticipato, tenderà a cambiare nella sua sostanza all'inizio della prima settimana di marzo (terza mappa). 

Ecco il poderoso flusso occidentale che dovrebbe spazzare via l'alta pressione e concedere un clima maggiormente variabile in Italia, con quache pioggia che si farà vedere anche al nord e sul Tirreno. 

Le correnti atlantiche riusciranno a penetrare anche nel cuore dell'Europa orientale, sconfiggendo in maniera forse definitiva la stagione invernale in loco. 

Sul finire della settimana prossima, tra giovedi 7 e venerdi 8 marzo (quarta mappa) il flusso da ovest potrebbe ondulare maggiormente. Il cavo d'onda sull'Europa occidentale ospiterà una perturbazione più intensa che muovendosi verso levante interesserebbe l'Italia ad iniziare dalle regioni settentrionali. Su questo punto però abbiamo bisogno di molte conferme; continuate quindi a seguirci!

Visualizza le previsioni dettagliate per la tua città: 
>>> ROMA
>>> MILANO
>>> NAPOLI

Altre località: www.meteolive.it

 

 

 

 

 

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum