Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO EUROPEO solo contro tutti; anche a lungo termine prevale l'ipotesi anticiclone

Secondo la tesi esposta dal modello europeo, non vi è nulla da fare in merito all'ingresso di un sistema perturbato sul nostro territorio nazionale tra lunedì 24 e martedì 25 luglio; a prevaricare su tutto il resto sarebbe ancora l'anticiclone, ma andrà davvero così?

In primo piano - 14 Luglio 2017, ore 11.30

In netta controtendenza rispetto alla tesi proposta dal modello americano, già da alcuni giorni, quanto messo in luce dalla controparte europea lascia noi previsori un po' interdetti; il guasto del tempo pronosticato tra lunedì 24 e martedì 25 luglio mancherebbe totalmente all'appello, al suo posto ritroveremo invece una figura altopressoria di origine oceanica in veloce rinforzo sui settori occidentali d'Europa, laddove andrebbero a consolidarsi condizioni atmosferiche stabili. Sul resto del continente, la sinottica sarebbe ancora inserita in un contesto altopressorio ed avrebbe i requisiti sufficienti a riportare alla ribalta con una certa facilità, una sinottica di tipo settentrionale.

Lo spacco netto nell'evoluzione tra i due modelli è particolarmente evidente da sabato 22 luglio in avanti; il modello europeo farebbe esaurire in loco (ovest Europa) gli effetti della depressione oceanica che non avrebbe alcuna chances di avanzare in modo netto verso il bacino centrale del Mediterraneo, ritirandosi su di una latitudine assai settentrionale.

Il posto lasciato vuoto dalla depressione, verrebbe così occupato dall'anticiclone delle Azzorre con valori di pressione elevati al suo interno (sino a 1030hpa). Ritroveremo infine una depressione "satellite" parcheggiata sull'est Europa, pronta se fosse necessario, a scivolare lungo il fianco orientale del colosso anticiclonico oceanico, con possibili conseguenze sul tempo delle regioni meridionali e dei versanti adriatici.

Al momento conserviamo una maggior chances di realizzazione dello scenario 1, cioè la tesi proposta dal modello americano e descritta su questo articolo: 
http://www.meteolive.it/news/In-primo-piano/2/nuovi-temporali-al-nord-tra-luned-24-e-marted-25-luglio-facciamo-una-analisi-preliminare/64327/

Non possiamo tuttavia nemmeno escludere a priori la tesi del modello europeo che tra le altre cose, viene confermata anche dalla relativa media Ensemble, su cui insiste già da diversi giorni. 

Tenetevi aggiornati su METEOLIVE.IT


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 13.39: A1 Milano-Bologna

incidente

Ripristino incidente causa incidente nel tratto compreso tra Parma (Km. 110,4) e Terre di Canossa -..…

h 13.36: A22 Autostrada Del Brennero

coda rallentamento

Code per 6 km causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Di Brennero (Km. 1,5) e Vipi..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum