Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO EUROPEO: rabbioso contrattacco dell'anticiclone africano sull'Europa, tuttavia...

Nei prossimi giorni sole e caldo torneranno a dare il meglio di sè; previsti valori termici particolarmente elevati anche sul nostro Paese. L'instabilità ed un refrigerio delle temperature sempre confermato da lunedì 26 giugno in avanti.

In primo piano - 18 Giugno 2017, ore 21.35

Acquista carattere ed importanza, quella che si prefigura come LA SECONDA ondata di CALORE veicolata sul nostro Paese da un'onda anticiclonica africana particolarmente vistosa. Tale onda anticiclonica poggerà radici in una situazione generale atmosferica che, in ambito europeo, già da diversi giorni prevede valori termici sensibilmente superiori alla norma. Una seconda iniezione di calore direttamente prelevata dal nord Africa, avrà quindi accesso facilitato sul bacino del Mediterraneo e sul nostro Paese, dapprima "mandando arrosto" la Penisola Iberica che già adesso sperimenta le conseguenze di una siccità che ormai si protrae da diversi mesi e che adesso risulta aggravata da valori termici da capogiro. Su questo settore d'Europa persisteranno per più giorni, isoterme pari a +25°C alla quota di 850hpa, al suolo ritroveremo temperature superiori ai +40°C. 

L'onda anticiclonica andrà poi ad estendersi con la sua parte più calda anche ai settori centrali europei ed al bacino centrale del Mediterraneo (giovedì 22, lunedì 26 giugno). I valori termici subiscono in questi ultimi aggiornamenti, un ritocco ulteriore verso l'alto: alla quota di 850hpa (circa 1500 metri), vengono stimati sulle regioni settentrionali, picchi sino a +23°C. L'isoterma +20°C avvolgerà tutto il nostro Paese. Al suolo sono pronosticabili valori ben superiori ai +38°C, con punte sino a +40°C sulla Sardegna, +37°C/+39°C nelle zone interne del centro Italia e sulla Valpadana. Caldo umido e afoso tornerà a farsi sentire lungo le coste.

Questa seconda ondata d'aria calda potrebbe nel complesso risultare tra le più intense (se non la più intensa) dell'intero periodo estivo. 

FINE MESE: cosa dovremo aspettarci?

Volgendo lo sguardo all'ultima settimana di giugno, viene ancora confermato l'ingresso di un impulso d'instabilità sul bacino centrale del Mediterraneo in grado di operare un sensibile ribasso delle temperature sulle regioni del nord e su parte del centro Italia, mentre il caldo continuerebbe ad imperversare sul Mezzogiorno. L'instabilità potrebbe assumere carattere particolarmente severo, con temporali anche di forte intensità (da confermare). 
 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 11.32: A14 Bologna-Ancona

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Faenza (Km. 64,5) e Allacciamento Diramazione Per Ravenna (Km. 56..…

h 11.32: A7 Milano-Genova

incidente

Incidente a Genova Bolzaneto (Km. 125,8) in uscita in entrambe le direzioni dalle 11:18 del 17 ag..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum