Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO EUROPEO: occhi puntati alla prima decade novembrina, le ultime novità

Una speranza di cambiamento del pattern atmosferico nella prima decade di novembre; quanto sarà vero?

In primo piano - 26 Ottobre 2017, ore 21.30

Il tempo previsto a cavallo tra il termine di ottobre e l'arrivo di novembre, resterà saldamente ancorato alle caratteristiche dominanti della circolazione in questo autunno 2017; ritroveremo una forte ingerenza dell'alta pressione sui settori occidentali d'Europa, laddove andranno a collocarsi i massimi di geopotenziale relativi ad una azione moderata di blocco che porterà il nostro anticiclone a distendersi lungo i meridiani dell'oceano Atlantico. Verrà in tal modo favorita la creazione di un canale depressionario percorso da venti settentrionali i cui effetti si faranno sentire soprattutto sulla Penisola Scandinava, la Russia ed i paesi dell'Europa orientale, sino alla Penisola Balcanica. In tal senso l'Europa sarà letteralmente spaccata in due, la condizioni saranno tendenzialmente miti e stabili sui settori occidentali, instabili e fredde sui settori orientali. Il nostro Paese a metà strada tra subire le conseguenze di entrambe le circolazioni, anche se un punto a favore verrà segnato ancora una volta all'anticiclone. 

Il modello europeo ipotizza un cambio di pattern concomitante con l'arrivo del primo weekend di novembre (sabato 4, domenica 5); masse d'aria fredda di origine polare-marittima, riuscirebbero a trovare un varco sull'oceano Atlantico settentrionale e poi verso l'Inghilterra, la Francia e la Spagna, dando origine ad una ciclogenesi ovest europea. SE tale evoluzione fosse realistica, potremo aspettarci un fisiologico incremento delle temperature su est Europa, Balcani e Russia occidentale, in virtù di una circolazione meridionale. A cambiare radicalmente sarebbe anche lo scenario relativo al bacino centrale del Mediterraneo che, venendosi a trovare lungo il lato ascendente di un'onda di Rossby, sperimenterebbe condizioni diffuse di maltempo con precipitazioni anche consistenti.

L'ipotesi già sostenuta dal modello europeo qualche giorno addietro, poi smentita e adesso nuovamente riproposta in questi nuovissimi aggiornamenti, mantiene alta l'attenzione per la prima decade di novembre, anche se l'evoluzione rimane nel complesso, ancora poco probabile. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum