Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO EUROPEO: la prima decade di marzo potrebbe trascorrere sotto l'influenza dei venti occidentali

L'ultimo atto del forte anticiclone tra domani, mercoledì 27 e giovedì 28 febbraio, in seguito si aprono prospettive di tempo più instabile e dinamico nella prima decade di marzo, vedremo con quali risultati.

In primo piano - 26 Febbraio 2019, ore 21.33

La circolazione atmosferica relativa a questo mese di febbraio, è rimasta quasi per intero affidata ad un potente anticiclone che ha governato il tempo di una grossa fetta del nostro continente. A livello sinottico questo mese di febbraio ha presentato diverse anomalie; le correnti perturbate oceaniche sono risultate straordinariamente alte di latitudine, al punto che nemmeno il Regno Unito è riuscito a beneficiare di alcuna perturbazione, l'aria mite è arrivata ad estendersi persino alla Penisola Scandinava, portando repentini innalzamenti della temperatura alle latitudini artiche. Un gran numero di giornate soleggiate hanno caratterizzato il tempo della Francia, la Germania, la Spagna ed il Portogallo, i cieli sono risultati spesso sgomberi da nubi anche sulle regioni del nord Italia. 

Nel mese di marzo sperimenteremo un ribasso nel flusso delle correnti occidentali, l'anticiclone europeo è previsto perdere rapidamente di vigore, spostando i propri massimi sul Mediterraneo. Le prime regioni a beneficiare di questo cambiamento, saranno proprio quelle che in questi giorni hanno sperimentato i surplus più importanti delle temperature, il sole sarà quindi destinato presto a lasciar posto alle nubi sul Regno Unito, la Penisola Iberica settentrionale, la Francia.

Un cambiamento che raggiungerà anche il nostro Paese, laddove tra venerdì 1 e sabato 2 marzo, è previsto il passaggio di una prima perturbazione accompagnata da un rimescolamento dell'aria e qualche veloce precipitazione al nord-est, poi al centro ed al sud. 

Volgendo lo sguardo al periodo successivo, la circolazione di venti occidentali è prevista guadagnare in potenza ed estensione; trasporterà nel suo grembo diversi corpi nuvolosi forieri di precipitazioni frequenti soprattutto sui paesi dell'Europa centrale. A subire gli effetti di questa circolazione saranno anche le regioni del Mediterraneo e lo stivale italiano, gli annuvolamenti lungo i versanti tirrenici diventeranno frequenti, qualche precipitazione più organizzata potrebbe fare la sua comparsa sul nostro territorio tra lunedì 4 e martedì 5 marzo. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum