Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO EUROPEO: in marcia verso le piogge di fine mese

Viene confermato dall'aggiornamento del modello europeo, il consolidamento di una figura altopressoria di blocco sull'oceano Atlantico. Ecco le conseguenze che ne potrebbero derivare.

In primo piano - 20 Novembre 2017, ore 21.15

Almeno sino a sabato 25 novembre, il nostro Paese resterà condizionato da un flusso di correnti piuttosto tese da sud-ovest, le quali trasporteranno molta nuvolosità lungo i versanti tirrenici, mantenendo però le temperature su valori più che accettabili. Ritroveremo una vasta circolazione depressionaria a cavallo tra il Regno Unito e la Penisola Scandinava che almeno sino al prossimo weekend (sabato 25, domenica 26) sarà incapace di coinvolgere in modo netto il Mediterraneo.

Tra domenica e lunedì prossimo viene confermata una perturbazione sulla Mitteleurope e sul bacino centrale del Mediterraneo; quest'ultima sarà legata al transito di una saccatura e sancirà un cambio sostanziale di circolazione su larga scala. Vi sarà il consolidamento di una figura altopressoria sull'oceano Atlantico, laddove i modelli mettono in luce un rinforzo dei flussi di calore che andranno ad intrudere le masse d'aria fredda legate al Vortice Polare.

Come il gioco dei contrappesi, l'Europa sarebbe quindi soggetta ad una circolazione di tipo instabile nella quale sarebbero protagoniste le masse d'aria fredda di origine artica. Sulla Penisola Scandinava le temperature scenderebbero diversi gradi sotto lo zero, parte di questo freddo affluirebbe sull'Europa centrale e poi sul nostro Paese tra lunedì 27 e martedì 28 novembre. 

Vi sarebbe poi un secondo affondo d'aria artica che potrebbe addirittura intraprendere un percorso occidentale, andando così a creare una ciclogenesi sul golfo di Biscaglia; sul Mediterraneo prenderebbe vita una perturbazione che potrebbe avvolgere le regioni centrali e settentrionali del nostro Paese tra mercoledì 29 e giovedì 30 novembre, con neve a quote basse specie al nord. Qui però ci siamo spinti già troppo in là, occorrerà attendere innanzitutto che venga confermato il consolidamento del blocking sull'oceano Atlantico, da lì potranno partire i nostri discorsi su di una dinamicità più o meno spinta a carattere invernale. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum