Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO EUROPEO: in marcia verso l'instabilità di stampo Atlantico

Dopo l'interludio anticiclonico di Natale, in arrivo una nuova fase di tempo instabile nell'ultima settimana di dicembre. Ecco i dettagli.

In primo piano - 21 Dicembre 2017, ore 21.45

Assai complicato avere una linea di tendenza chiara sul'evoluzione del tempo in Europa dopo le festività di Natale, tracciamo le nostre considerazioni partendo da elementi ormai certi; il periodo natalizio sarà contraddistinto da un accorpamento temporaneo delle masse d'aria fredde appartenenti al Vortice Polare e pertanto ad un aumento nell'intensità della corrente a getto sulle alte latitudini dell'oceano Atlantico, evento che favorirà la distensione di una figura altopressoria sull'Europa meridionale. Pertanto nei prossimi giorni vi sarà quindi una parentesi di tempo relativamente più stabile e mite che si farà sentire soprattutto lungo le coste ed alle quote superiori. Nelle valli interne e sulla Valpadana ritroveremo una circolazione stagnante con inversioni termiche e freddo umido. 

Dopo Santo Stefano i modelli inquadrano già da diversi giorni un nuovo ribasso del Fronte Polare che riporterebbe sull'Europa meridionale una circolazione nuovamente più instabile nella quale verrebbero coinvolte masse d'aria di origine polare marittima. 

I modelli hanno ancora difficoltà ad inquadrare in quale modo la corrente a getto riuscirebbe ad ondulare sull'Europa, dando luogo a fasi perturbate ancora dalla difficile collocazione. Allo stato attuale degli aggiornamenti rimane ancora confermato il passaggio di una perturbazione a cavallo tra mercoledì 27 e venerdì 29 dicembre con effetti che si farebbero sentire in modo più deciso sui versanti occidentali, esposti direttamente al flusso di correnti provenienti da ovest. 

L'evoluzione relativa al periodo successivo, quindi spostando il nostro occhio proprio al termine di dicembre, potrebbe essere contraddistinto ancora da una circolazione di tipo zonale, cioè con prevalenza di venti occidentali inseriti in un contesto alquanto vivace e pertanto poco propenso a generare delle grosse onde di Rossby. 

Per tutto il periodo preso in esame viene conferata una spiccata variabilità di tipo oceanico, il quadro delle temperature mancherebbe di grandi valori di freddo ma vi sarebbe una distribuzione regolare delle precipitazioni con numerose occasioni di NEVE sui nostri rilievi, soprattutto quelli alpini. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 11.25: SS89 Garganica

incidente rallentamento

Traffico rallentato, incidente a 3,72 km prima di Incrocio Segheria Il Mandrione (Km. 93,4) in en..…

h 11.21: SS89 Garganica

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente nel tratto compreso tra Incrocio Peschici (Km. 83,1) e Incrocio..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum