Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO EUROPEO: il maltempo colpisce il centro ed il sud ma non è finita qui

Un finale di gennaio turbolento ed instabile, frequenti occasioni di pioggia e neve a bassa quota sulle regioni centrali ma occasionalmente anche quelle settentrionali. Vediamo nel dettaglio.

In primo piano - 23 Gennaio 2019, ore 21.30

Aria molto fredda di origine polare marittima, porta in queste ore un intenso episodio di MALTEMPO sul nostro Paese. Nel pomeriggio nevicate si sono manifestate sino alle quote pianeggianti su Liguria, Lombardia, Piemonte, nelle prossime ore una profonda circolazione di bassa pressione è prevista in rinforzo sui bacini meridionali italiani. Un vistoso minimo di bassa pressione con valori sino a 981hpa, verrà presto a trovarsi nei pressi della Sardegna, preludio una situazione di tempo marcatamente instabile che porterà frequenti precipitazioni accompagnate da una forte ventilazione. Questi sono gli effetti che scaturiscono da un frammento di Vortice Polare che raggiunge il Mediterraneo nel cuore dell'inverno. 

Potrebbe non essere l'unico evento di questo tipo nel prossimo futuro; un forte riscaldamento della stratosfera polare, porta con sé gli effetti di quel disturbo che tanto sono stati discussi nelle scorse settimane e che adesso acquistano finalmente un significato di senso compiuto. 

Nessun valore estremo di freddo sulla falsariga dello scorso anno, bensì un periodo prolungato di instabilità invernale che è comunque in grado di portare la neve sino a bassa quota. Nei prossimi giorni sono previste altre due veloci perturbazioni artiche raggiungere il Mediterraneo centrale; la prima perturbazione tra domenica 27 e lunedì 28 gennaio, dovrebbe colpire soprattutto il centro ed il sud, sebbene esistano ancora dei margini di incertezza per alcune zone del nord, la seconda più insidiosa tra martedì 29 e mercoledì 30 gennaio, potrebbe coinvolgere in maniera più decisa anche le regioni settentrionali. 

Nel complesso questo nuovo aggiornamento conferma una linea di tendenza improntata all'instabilità. Saranno frequenti le irruzioni d'aria artica sull'Europa e sul Mediterraneo centrale. Come detto le nubi e le precipitazioni associate a questi passaggi, saranno in grado di colpire con maggior facilità le regioni del centro e del sud ma rimangono alcune riserve anche per il nord. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum