Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO EUROPEO: diverse perturbazioni di passaggio ma con poca pioggia al nord

Una circolazione di tipo nord-occidentale, porterà con sè un calo termico su tutto il Paese, con fenomeni di instabilità più frequenti lungo i vrsanti adriatici ed al sud. Una linea di tendenza che vede ancora una scarsità di pioggia per le regioni settentrionali.

In primo piano - 9 Marzo 2019, ore 21.45

La circolazione atmosferica prevista nei prossimi giorni, sarà ancora caratterizzata da una forte attività del Vortice Polare. Le masse d'aria più fredde restano confinate alle elevate latitudini, concedendo solo di tanto in tanto qualche strappo verso la fascia delle medie e delle basse latitudini. Questa situazione atmosferica, altrimenti definita con il termine di zonalità, sarà destinata a proseguire ancora per diversi giorni. Si tratta di una fase atmosferica anomala per questo periodo dell'anno, in quanto generalmente, nel mese di marzo, il Vortice Polare tende a perdere di intensità.

Il tempo della prossima settimana acquisterà caratteristiche più fredde ed instabili rispetto a quello che abbiamo potuto sperimentare le scorse giornate. Scendendo maggiormente nello specifico, possiamo identificare il passaggio di una prima perturbazione tra lunedì 11 e martedì 12 marzo, questo impulso trasporterà con sè aria più fredda responsabile di un calo termico previsto su tutto il Paese.

Mercoledì 13 marzo, flussi di correnti nord-occidentali porteranno un nuovo impulso di instabilità al centro ed al sud Italia. Le temperature risulteranno più fredde.


Nel prossimo futuro, il modello europeo identifica il passaggio di alcune perturbazioni con una direttrice di moto dall'oceano Atlantico settentrionale verso l'Europa centrale ed il Mediterraneo; le correnti saranno quindi di tipo nord-occidentale e trasporteranno con sè masse d'aria relativamente più fredde di origine polare marittima.

A breve distanza mercoledì 13 e giovedì 14 marzo, una seconda perturbazione seguirà il medesimo percorso. Nubi e rovesci anche a sfondo temporalesco, interessare le regioni del centro e del sud in entrambe le perturbazioni. I fenomeni risulteranno generalmente più frequenti lungo i versanti adriatici.

Questa previsione riferita a giovedì 14, mette in luce una maggiore probabilità di PIOGGIA per alcune regioni dell'Italia settentrionale. L'angolo nord-ovest resterebbe però sotto rischio di Favonio ancora con tempo secco. 

Spingendo il nostro sguardo a lungo termine, il modello europeo identifica un terzo passaggio tra domenica 17 e lunedì 18 marzo, ancora da valutare.

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum